Le mamme di Bagnolo stoppano la Maggi: non farà la maestra nell’asilo del comune

12

Le mamme di Bagnolo stoppano Laura Maggi. Il sindaco Cristina Almici, infatti, ha fatto marcia indietro rispetto alla proposta fatta alla sexy barista di “pagare” con 100 ore di servizi sociali da “maestra” alla scuola materna comunale i suoi guai con la giustizia dovuti al fatto che era stata pescata al volante in stato d’ebbrezza. Dopo il rinvio a giudizio di ieri, dunque, la Maggi avrà tempo fino al 10 ottobre (questa la data della prossima udienza) per un´altra associazione che le faccia scontare la sua “pena”. La sexy barista, intervistata da Bresciaoggi, si è detta “molto delusa” del trattamento, aggiungendo: “Mi sono sentita discriminata”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

12 Commenti

  1. Già mi immagino i bambini dell’asilo che imparano ad essere sexy! Potrebbe insegnare alle bimbe pose intriganti, l’uso del tanga… del perizoma, di scollature eccitanti…. ecc…

  2. NON LA VOGLIONO LE MAMME X SONO GELOSE -VORREBBERO ESSERE COME LEI (MOLTO FIGOSA)E DEMONO CHE A PORTARE I BIMBI CI SAREBBE LA CODA DI PAPA

  3. Ma essere al volante in stato di ebrezza, non dovrebbe essere punito penalmente? non avrebbe potuto mettere a repentaglio la vita di altre persone? ….valgono così poco le vite umane? …100 ore di servizi sociali di cui lei stessa può sceglierne l’ambito, modalità, tempistica ecc.?

  4. Per il Sig.Gigio…..Gelose di chi!!! di un paio di tette… qui si vede proprio il tuo quoziente d’intelligenza impara a scrivere ignorante, ma forse non è colpa tua forse anche tù avevi un’ insegnante con le tette grosse……

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome