Otto anni e cinque mesi per la “talpa” bresciana di truffe e rapine

0

Era stato arrestato nel mese di luglio 2008 dalla Squadra Mobile della Questura di Brescia poiché ritenuto la “talpa” di rapine e truffe poste in essere nel 2007 e 2008 tra Brescia, Rezzato e Desenzano del Garda. Proprio nel centro lacustre il colpo più sensazionale, il 7 marzo 2008 un uomo vestito con la divisa da guardia giurata di un noto istituto di vigilanza, è entrato nella filiale della Banca Unipol di viale Andreis e spianata la pistola ha costretto il personale a consegnargli una borsa contenente la somma di 258.000 euro in contanti preparata per essere consegnata, di lì a poco, ad un furgone portavalori. Le indagini avevano condotto in cella F.N, allora guardia giurata, e M.P, l’uomo che aveva compiuto materialmente la rapina. Ai due sono stati poi attribuiti anche altri reati commessi con il medesimo modus operandi. Ieri i Carabinieri di Cologne si sono presentati presso l’abitazione di F.N, agli arresti domiciliari dal luglio 2010, e gli hanno notificato l’ordine di carcerazione emesso dalla Corte d’Appello di Brescia, conducendolo poi in carcere dove dovrà scontare la pena ad anni 8 (otto) e mesi 5 (cinque) di reclusione.

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome