“Santona di Prevalle”, spunta il sospetto di evasione fiscale

0

Una nuova tegola si è abbattuta sulla testa di Tersilla tanghetti, conosciuta come “la santona di Prevalle”, fondatrice dell’associazione Sergio Minelli che gestisce comunità di bisognosi in provincia di Brescia. La Tanghetti, già al centro di una bufera giudiziaria con l’accusa di riduzione in schiavitù insieme a maltrattamento e sequestro di persona , ora sarebbe sospettata anche di evasione fiscale, o per meglio dire “dichiarazione dei redditi infedele”. La vicenda riguarda un’operazione fatta dalla Tanghetti nel 2008 quando amministrava la società  Gesm di Gavardo. Secondo quanto riportato dal quotidiano Il Giorno il pm avrebbe riscontrato che sarebbero stati detratti dal reddito dell’azienda elementi passivi fittizi pari ad un milione e 561 mila euro, con una conseguente evasione dell’Iva di oltre 312 mila euro. Il legale della Tanghetti per ora non ha voluto né confermare né smentire la notizia.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome