Idroelettrico, Caparini (Lega): “I proventi andranno alle regioni produttrici senza passare da Roma”

0

“I proventi dell’idroelettrico andranno alle regioni produttrici, un’assicurazione per lo sviluppo dei territori del Nord”. E’ il commento di Davide Caparini alla modifica nelle commissioni Finanze e Attività produttive all’articolo 37 del decreto Sviluppo per cui saranno le Regioni, e non lo Stato, a indire le gare per il rinnovo delle concessioni per le grandi derivazione idroelettriche. “Il governo per far cassa in un primo momento voleva intascare tutti i proventi dallo sfruttamento delle risorse idriche per la produzione di energia. Oltre 4 miliardi di euro che dalle nostre valli sarebbero finiti direttamente alle casse di Roma. Il pressing dei governatori di Lombardia, Veneto e Piemonte e la monolitica opposizione dei rappresentanti di quei territori sull’offerta economica delle aziende prevarrà la compensazione territoriale – spiega Caparini – che si tradurrà nella realizzazione di opere accessorie, e il venti percento dei canoni che le Regioni trasferiranno ai territori sarà utilizzato per ridurre il costo della bolletta elettrica di cittadini e imprese. È stato fatto il massimo possibile per tutelare e garantire la parte produttiva del Paese, il minimo riconoscimento per quanto ci viene tolto”.

 

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome