Desenzano, i Giovani Padani vanno a lezione di politica sulle orme di Miglio

0

Sabato 28 luglio 2012, alle ore 15,30, si terrà presso Villa Brunati in via Agello 5 a Rivoltella (Desenzano del Garda) la scuola politica del Movimento Giovani Padani della Lombardia dal titolo “Da Assago ad Assago, ripartiamo da Gianfranco Miglio”. Fra i relatori ci saranno Stefano Bruno Galli, Presidente di Eupolis e docente di Storia delle Dottrine Politiche all’Università Statale di Milano e il dott. Roberto Marraccini.

“I Giovani Padani – spiega Paolo Formentini, vicesegretario provinciale della Lega Nord di Brescia e membro del Coordinamento federale dei Giovani Padani – hanno organizzato questo appuntamento tematico su Gianfranco Miglio, con relatori esperti e di rilievo, per trasmettere le sue idee e ricordare il grande contributo che questo studioso ha dato alla causa della Lega Nord. Anche in pieno periodo estivo la nostra attività politica continua ad essere alta: è l’ennesima dimostrazione che il nostro Movimento è sul territorio tutto l’anno, a differenza degli altri partiti che si fan vedere soltanto in vista delle scadenze elettorali.”

“Questa scuola politica – prosegue Eugenio Zoffili, Coordinatore dei Giovani Padani della Lombardia – si inserisce nelle tante iniziative estive che i Giovani Padani della Lombardia stanno organizzando su tutto il territorio della nostra Regione. Si tratta di un appuntamento di formazione e crescita per i nostri ragazzi, il pensiero di Gianfranco Miglio infatti rappresenta ancora oggi qualcosa di veramente rivoluzionario e di grandissima attualità. E’ importante quindi che si continui a divulgare le sue teorie sul federalismo e sull’autonomia ed è essenziale ripartire dalla sua storia di studioso e di uomo politico per capire come raggiungere al meglio i nostri obiettivi”.

“Con queste iniziative – conclude Lucio Brignoli, Coordinatore federale dei Giovani Padani – i ragazzi della Lega Nord si stanno preparano a quando la Padania sarà ancora in Europa mentre Roma ne resterà esclusa. Personalmente penso che la crisi economica darà il colpo di grazia a questo Stato centralista che presto non sarà più in grado di mediare fra le pretese del Mezzogiorno e le sacrosante esigenze del Nord. Ritengo che ormai sia soltanto questione di tempo, siamo infatti convinti che a breve le cose andranno diversamente e saranno proprio i Giovani ad essere i veri protagonisti di questo cambiamento.”

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome