Stretta di mano da 70 milioni di dollari tra la Beretta e l’esercito americano

5

Tra le eccellenze bresciane nel mondo continuano ad esserci le armi. Non solo quelle sportive. L’azienda di Gardone Val trompia ha annunciato la sottoscrizione del nuovo contratto sottoscritto tra la Beretta Usa e l’esercito americano, che prevede la fornitura di 100mila pistole M9, versione modificata della storica 92FS. Un accordo da 70 milioni di dollari. Il binomio tra l’azienda di Gardone Valtrompia e l’esercito a stelle e strisce, dunque, prosegue. La partnership iniziò nel 1985, quando la fabbrica d’armi bresciana vinse la sfida con la Colt 42, che dal 1911 costituiva l’arma d’ordinanza delle forze armate americane.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

5 Commenti

  1. "le armi le avrebbero fornite altri" : ma fammi il piacere! lavate così la coscienza che non avete. un’arma è un’arma e non mi sembra un oggetto costruttivo, serve a far paura agli altri o ad annientare e basta…

  2. "Tra le eccellenze bresciane nel mondo continuano ed esserci le armi, non solo quelle sportive ": meglio una premessa diversa, giornalisticamente parlando.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome