Corsera Brescia, De Bortoli e Volo spengono la prima candelina

1

Grande festa ieri sera nella splendida cornice dell’auditorium del museo Santa Giulia per il primo anniversario della nascita del dorso bresciano del Corrirere della Sera. I due ospiti d’onore, il direttore nazionale del Corsera Ferruccio De Bortoli e lo showman bresciano Fabio Volo, hanno saputo intrattenere gli ospiti, noti e non, con un susseguirsi di racconti e battute che non hanno mancato di strappare qualche sorriso. Il primo è arrivato con l’ingresso, con un ora in ritardo, del prefetto di Brescia Livia Narcisa Brassesco Pace al quale Volo si è rivolto con un laconico: “Se vuole ricominciamo”. Il mattatore bresciano ha poi interrogato De Bortoli sul futuro del giornalismo italiano, il quale ha candidamente ammesso: “I lettori sono in aumento rispetto a 10 anni fa, è che cambia il supporto. L’importante è che i contenuti siano di qualità”. Tanti i nomi noti della politica locale che non hanno voluto mancare al primo compleanno del Corriere Brescia, dall’ex ministro Maria Stella Gelmini al comandate dei carabinieri Marco Turchi passando per l’industriale Pasini, il sindaco Paroli e Gaboiardi dell’Iveco.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

1 COMMENT

  1. "L’importante è che i contenuti siano di qualità " ….ohhhhh tanta roba….insomma erano in tanti a festeggiare il quotidiano dei poteri forti.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome