Funerali: nel Bresciano è sempre più diffusa la cremazione

0

Sono sempre di più i bresciani che scelgono di farsi cremare. Lo dice il Corriere della Sera, che snocciola i numeri raccolti dal tempio di S. Eufemia nel 2011. Sono 763 le persone che hanno scelto questa opzione, oltre il 38% dei 1.972 deceduti complessivi in città e praticamente il triplo rispetto al 2004, primo anno di entrata in funzione del forno cittadino.

L’87% delle ceneri viene tumulato nei cimiteri, l’11,5% affidato ai familiari e l’1,5% disperso in natura.

La concezione culturale della cremazione negli ultimi anni è cambiata, ma ad influire sulla sua crescita incidono anche i costi ridotti. 552 euro di cremazione più 400 di eventuale loculo al cimitero, cifre di gran lunga inferiori a quelle di un funerale tradizionale.

Attualmente il forno di S. Eufemia è chiuso per ristruttrazioni e modifiche agli impianti. Tornerà attivo tra quattro mesi. Nel frattempo i bresciani potranno essere cremati nel forno crematorio di Parma con uno sconto del 15 percento. 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

1 COMMENT

  1. bene , questo e’ dovuto anche ai costi esorbitanti di bare ed accessori vari , purtroppo temo che anche qui saliranno i prezzi come in tutto il commercio…la forte domanda fa sempre aumentare i prezzi.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome