A Brescia il nuovissimo Sistema di “Termoplastica Bronchiale” per il trattamento dell’asma grave

0

Eseguito a Brescia il primo intervento di Termoplastica bronchiale, nuova terapia per il trattamento dell’asma grave. La termoplastica è, ad oggi, disponibile in Italia presso Centri di pneumologia interventistica d’avanguardia tra i quali il Centro di Endoscopia degli Spedali Civili di Brescia. La nuova procedura è stata effettuata su una paziente affetta da una grave forma di asma che le procurava ripetuti ricoveri ospedalieri per riacutizzazioni e una grave limitazione alla propria vita sociale e lavorativa nonostante una terapia farmacologica adeguata. La Termoplastica Bronchiale è una nuova opzione di trattamento in grado di migliorare la vita dei pazienti affetti da asma grave non controllata che, nonostante la terapia convenzionale, rimangono sintomatici. Il primo trattamento effettuato presso gli Spedali Civili di Brescia è stato eseguito dal Reparto di Endoscopia e Laserterapia dell’Apparato Respiratorio diretto dal Dr. Pierfranco Foccoli. L’intervento è stato possibile grazie al lavoro sinergico tra i medici dell’Endoscopia Respiratoria e quelli dell’Unità Semplice di Medicina Respiratoria guidata dal Prof. Claudio Tantucci col supporto dell’Unità di Allergologia Clinica, diretta dalla Dr.ssa Cinzia Tosoni.  Questa esperienza ha permesso di definire un vero e proprio modello operativo e organizzativo nella cura del paziente asmatico grave, basato sul lavoro di squadra, integrazione e sinergie tra diversi specialisti.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome