Saranno 120 le aziende bresciane al Vinitaly. E la parola d’ordine è export

0

Export, è questa la parola chivae per far fronte alla crisi. Sopratutto nei comparto enoalimentare. Lo hanno sostenuto anche il presidente della Camera di commercio si Sondrio e il neo presidente lombardo Roberto Maroni durante la presentazione delle partecipazione lombarda a Vinitaly 2013, a Verona dal 7 al 10 aprile. Come riporta il Giornale di Brescia, il padiglione Lombardia, si presenterà con 203 aziende, 88 delle quali bresciane. Ma in totale quelle del nostro territorio saranno 120, tante del Franciacorta. Sono infatti 6.992 in Lombardia le aziende dedicate al vino di cui 1.341 bresciane. Tra i paesi che apprezzano di più la tradizione lombarda gli Usa, la Svizzera, la Germania, e il Giappone. La Lugana esporta il 60% delle sue bottiglie, mentre il Franciacorta è ora all’8% di export: ma nel futuro il dato tenderà a crescere. 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome