Nomine sanità, Alfieri e Girelli (Pd): la giunta Maroni mantiene il metodo della lottizzazione

0

La Giunta regionale, su proposta del presidente Roberto Maroni, ha nominato i  commissari delle sette Aziende ospedaliere e Asl nelle quali, per varie ragioni, era vacante il posto di direttore generale. I commissari restano in carica fino alla nomina del nuovo direttore generale. Il loro incarico non può comunque superare i 12 mesi.  Immediati i commenti. “La giunta Maroni ha deciso di mantenere il metodo della spartizione dei vertici della sanità lombarda”. Lo dichiarano Alessandro Alfieri, capogruppo del Pd in Regione, e Gian Antonio Girelli, responsabile sanità del Pd lombardo, dopo aver letto il comunicato della giunta regionale in merito alla nomina di sette commissari delle Asl e delle aziende ospedaliere lombarde rimaste senza guida. “La sanità lottizzata per partiti e per correnti ha già dato pessimi frutti – dichiarano – e sorprende che la si voglia perpetuare. La nostra proposta è già sul tavolo: abbiamo messo a disposizione un progetto di legge per cambiare la modalità di nomina, con l’introduzione di una commissione indipendente che valuti i curricula senza influenze dalla politica. Se c’è la volontà politica di cambiare metodo il Consiglio la può approvare in tempo per le nomine di dicembre”.

Queste le nomine:

– Ao Niguarda Marco Trivelli

– Asl Monza e Brianza Matteo Stocco

– Asl Sondrio Paolo Grazioli

– Asl Varese Stefano Taborelli

– Ao Valtellina Valchiavenna Giuliano Pradella

– Ao San Gerardo Monza Simonetta Bettelini

 

– Ao Spedali Civili di Brescia Ezio Belleri. (Ln).

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome