Federconsumatori contro la mancata integrazione degli abbonamenti con la Metro cittadina

0

(a.c.) «Federconsumatori chiede a tutti i soggetti e agli enti interessati di risolvere il caso e di elargire un bonus agli studenti penalizzati». Questo in sostanza l’appello di Federconsumatori Brescia alla Loggia e alle società partecipate del Comune per risolvere quella che viene considerata un’ingiustizia, cioè la mancata integrazione tra gli abbonamenti extraurbani e la metropolitana.

Cosa è successo? Gli studenti in arrivo in città dalla provincia, provvisti di regolare abbonamento che gli consente di utilizzare i mezzi urbani, non possono utilizzare la nuova metro e sono costretti a pagare i singoli tagliandi di viaggio. Da qui la nota di Federconsumatori: «Nonostante le rassicurazioni sul permanere delle tariffe vigenti, gli studenti con abbonamenti integrati oltre all’abbonamento già versato da tempo a prezzo maggiorato sono costretti a pagare anche il biglietto della metropolitana. La vessazione economica e normativa è evidente, l’illegittimità pure».

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome