Desenzano, bocciato il ragazzo che entrò a scuola col fucile

0

E’ stato bocciato il 16enne di Calcinato che l’ultimo giorno di scuola è entrato al liceo Bagatta di Desenzano con il fucile da caccia rubato al padre. Una decisione « frutto di una discussione attenta che ha tenuto conto di tutti gli aspetti e quindi anche del voto di condotta», precisa il dirigente scolastico del Bagatta, Francesco Mulas. Il giovane, che è ancora in attesa che venga trovata la comunità più idonea, non è passato per il voto di condotta: la legge dice che un voto di condotta insufficiente determina la bocciatura. In questo caso il comportamento del 16enne di Calcinato avrebbe potuto avere conseguenze drammatiche. «La scuola prende le decisioni nell’ottica di far crescere gli studenti», ci tiene a sottolineare il preside aò Corriere. «Uno degli obiettivi della scuola, infatti, è gettare i presupposti per la formazione dello studente come cittadino attivo nella società». 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome