Oltre 28mila le imprese ittiche in Italia: Brescia sul podio in Lombardia

0

Sono oltre 28.000 le imprese ittiche attive in Italia nel 2013, stabili in un anno. Quasi 8.200 sono pescatori specializzati, 6.626 dettaglianti, 3.455 ambulanti e circa 3.700 acquacoltori. Tra le regioni primo il Veneto con 4.045 imprese (14,3%), seguito da Sicilia (4.007) e Campania (3.161). E se la Sicilia è prima per pesca con 1.767 imprese specializzate, l’acquacoltura è concentrata in Veneto (1.554) ed Emilia Romagna (1.273). Tra le province prime Rovigo (2.135 imprese), Napoli (2.026), Ferrara (1.757) e Roma con 1438. In Lombardia Brescia è sul podio con circa 200 imprese e segue Milano che ne ha 520.

Da dove arriva il pesce sulle nostre tavole? Sfiorano il miliardo di euro le importazioni di pesce, crostacei e molluschi in Italia nei primi tre mesi del 2013. La maggior parte dei prodotti consumati sulle tavole degli italiani proviene da Spagna, Paesi Bassi e Danimarca per quanto riguarda pesci, crostacei e molluschi; i prodotti dell’acquacoltura da Spagna, Grecia e Francia. Tra i primi 15 Paesi da cui l’Italia importa pesce ci sono anche Ecuador, Thailandia e Marocco.

L’Italia importa otto volte più di quello che esporta. A fronte di quasi 1 miliardo di import sono state pari a oltre 122 milioni di euro le esportazioni italiane di pesce. Emerge da un’elaborazione Camera di commercio di Milano su dati Istat 2013 e 2012.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome