Garda, Idro, Iseo e Ledro: strutture ricettive “green” cercasi

0

AAA Alberghi, B&B, Agriturismi, Ostelli, Ristoranti “verdi”: il progetto Green Line recluta strutture ricettive. I requisiti per candidarsi? Il rispetto per l’ambiente e il paesaggio, l’uso di filiere produttive locali, l’attenzione alla mobilità alternativa e al viaggiare lento. Caratteristiche sempre più ricercate dai viaggiatori stranieri ma non solo: oggi un turista su quattro in Lombardia è “green”. L’azione principale del progetto di cooperazione inter-territoriale e transnazionale Green Line – Integrazione tra risorse naturali, turismo e produzioni locali è la creazione di un’offerta turistica rurale focalizzata sul concetto di qualità ambientale. Fra i risultati concreti ed immediatamente fruibili vi sarà un “Catalogo dinamico dell’offerta coordinata Green” per riunire in un unico “vademecum” tutti i territori di progetto, corrispondenti ai comuni che afferiscono ai Gruppi di Azione Locale (GAL) di GardaValsabbia (Brescia), Colline Moreniche del Garda (Mantova), Golem (Brescia), Baldo Lessinia (Verona) e alla Comunità Alto Garda e Ledro (Trento). Alle strutture ricettive verrà dedicato un capitolo importante di questo catalogo, con l’ambizione di riuscire ad includere le eccellenze, in termini di attenzione al territorio e sensibilità ambientale. In gioco non vi sono finanziamenti ma un importante ritorno di immagine e visibilità.

 

La raccolta di auto-segnalazioni verrà aperta ufficialmente per tutti i territori di progetto con una manifestazione di interesse il 2 settembre: sul sito www.gal-gardavalsabbia.it è possibile scaricare il bando e la scheda di candidatura. La scadenza per l’invio delle segnalazioni è fissata al 20 settembre, entro le ore 12. Attraverso il progetto di cooperazione transnazionale “Green Line”, i territori che si sviluppano attorno ai laghi Garda, il Balaton (Ungheria), Iseo, Idro, e Ledro si sono uniti in un’iniziativa unica nel suo genere: organizzare una strategia di sviluppo turistico dove la ruralità espressa dall’entroterra e dai territori collinari e montani (con i suoi prodotti locali, la bellezza ambientale, le tradizioni…) si integri con l’offerta turistica “classica” costiera. Capofila è il GAL GardaValsabbia, insieme ai lombardi GAL Colline Moreniche del Garda, GAL Gölem al GAL veneto Baldo Lessinia, alla Comunità Alto Garda e Ledro (Trento) e al GAL ungherese Balaton Uplands Action Group e a  numerosi altri partner, italiani e non. 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome