Giampaolo non si presenta all’allenamento: dimissioni in arrivo?

12

Ha subito avuto ciò che il suo predecessore Calori non ha mai ottenuto da Gino Corioni, un contratto biennale. Senza parlare della campagna acquisti "vera", a differenza delle passate stagioni, che è stata fatta per dotare la squadra dei giocatori che servivano al suo gioco. Nonostante questo, potrebbe essere bastato un avvio di stagione non esaltante, e qualche coro di troppo dei tifosi inneggianti Calori, per fargli abbandonare la nave. Dopo che ieri mattina, inaspettatamente, Marco Giampaolo non si è presentato al San Filippo per l’allenamento ci sono forti dubbi che possa continuare la sua avventura a Brescia. 

Il presidente giura di non saperne nulla, di aver tentato di contattare Giampaolo ieri nel pomeriggio ma di aver trovato il telefono spento. Possibile che veramente nessuno in società gli abbia parlato? Questa è la versione ufficiale. Che qualcosa stesse prendendo una brutta piega si è palesato già sabato pomeriggio dopo la gara persa con il Crotone in casa, quando dopo l’incontro con gli ultras della Curva Nord non si è presentato in sala stampa. Minacce dai tifosi? Anche loro giurano di no. Un’ipotesi potrebbe essere che il mister (ex?) possa aver sentito troppa pressione su di sé, troppe aspettative sia da parte della società che dai tifosi. 

Ieri mattina l’allenamento è stato diretto dal vice di Giampaolo, Fabio Micarelli. A meno di clamorose svolte dovrebbe essere lui alla guida delle Rondinelle nella sfida di domani a Carpi. Nel frattempo fioccano i nomi per l’eventuale sostituzione: se Corioni dice che Calori non tornerà mai a Brescia finché lui sarà il presidente, con buona pace dei tifosi, hanno delle possibilità in più Iachini e Gautieri. Da non escludere nemmeno la pista Corini.
(a.c.) 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

12 Commenti

  1. …chi era allo stadio sabato , ha potuto ammirare la pochezza e l’assurdita’ di certe idee di questo pseudo allennatore plurilicenziato. Come si fa’ a fare 3 cambi tutti insieme al 46° , e poi un giocatore prima del 60° si infirtuna , e giochiamo per oltre 30minuti in 10!!! Come si fa’ a lasciare in panca MITROVIC tutto il primo tempo… Come si fa’ a non dare idee di verticalizzazione alla squadra. Giampaolo a casa subito….

  2. mi sono sbagliato, pensavo sarebbe rimasto un panettone nell’armadio del custode del rigamonti, invece si e’ gia’ liberato un posto allo spiedo di Zambelli…meglio cosi!

  3. ….dimenticate beretta , che insieme al buon giampaolo può continuare ad allenare con il famoso modulo di oronzo canà e collezionare successi …corioni invece dovrebbe solamente vergognarsi insieme al suo amico jaconi per aver voluto l’amico giampaolo, il re degli esoneri…..società di amici e degli altri amici…intanto loro ci magnano e noi guardiamo, guardiamo come sempre a pancia vuota perchè oltre alla pura aria che fortunatamente è ancora gratis, il brescia calcio non ha che parole, proclami,promesse e barzellette corioniane a iosa per tutti i boccaloni.
    prima dello stadio sarebbe utile rifondare questa società del niente e silurare tutti i cannibali che vi stanno al tavolo !

  4. Sono d’accordo con i commenti precedenti, quelli di chiunque segua ancora le sorti di questa derelitta società…un vicepresidente, saleri, che si presenta davanti ai microfoni sbraitando come un ultras, un allenatore che pare lo Zeman dei poveri (ma che non vincesse da MILLE GIORNI non lo avevano letto su wikipedia), stendiamo un velo sui Corioni’s (ma quei tifosi che pochi anni fa dalla gradinata gli consegnavano le targhe di "presidente ad honorem" sono gli stessi che oggi sono in curva a contestare) e sul comatoso settore giovanile, un tempo fiore all’occhiello.
    Mi duole dirlo, ma è meglio azzerare, ripartire anche dalla serie D se serve.
    Ma basta, così avete superato il limite.

    Un tifoso che ha fatto i salti mortali per comprare anche quest’anno il suo abbonamento in gradinata alta e che vi disprezza.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome