Controllo abitazioni a Rovato, il Comune rassicura: nessun intento discriminatorio

13

Il Comune di Rovato fa sapere, in una nota, che non c’è stato alcun intento discriminatorio nei confonti degli stranieri nell’ambito dei controlli effettuati sul “Progetto Controllo Abitazioni”. Si specifica che sono stati controllati 103 appartamenti in cui erano residenti sia italiani che stranieri su base di segnalazioni. La maggior parte delle segnalazioni riguardavano l’abbandono dei rifiuti. Sono stati elevati 25 verbali in gran parte per il mancato ritiro dei bidoni della raccolta differenziata, che quindi non veniva fatta. "La polizia locale ha agito correttamente nella piena legittimità, seguendo le norme.  si legge nel comunicato – Tutti i sopralluoghi sono stati verbalizzati. Il dato di fatto è che tutte le multe sono state date a stranieri, non certo per colpa del Sindaco o della polizia locale. Non vi è assolutamente un intento discriminatorio in questo progetto, ma la precisa volontà di arginare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, problema molto sentito dai cittadini rovatesi che ci hanno chiesto di intervenire".

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

13 Commenti

  1. La spiegazione è una pezza peggio del buco! VERGOGNA!
    I bidoni della differenziata bisogna controllarli di notte? Ma chi volete prendere in giro?

  2. Qualche rovatese ringrazierà pure. Io no di certo. Mi sto solo vergognando di vedere il nome del mio paese citato per fatti simili dopo battute agghiaccianti sul terremoto in Emilia e i rimborsi di cartucce da caccia con soldi pubblici.

  3. "Sono stati elevati 25 verbali in gran parte per il mancato ritiro dei bidoni della raccolta differenziata, che quindi non veniva fatta." E questi 25 verbali dovevano necessariamente essere elevati in piena notte?
    Non so come sia organizzata la raccolta differenziata a Rovato, ma se per farla fare è necessario buttar giù dal letto la gente, mi sembra che ci sia qualcosa che non funziona.

  4. controllo serale: forse perché se ci sono donne in casa da sole si rifiutano di aprire la porte…..certo è sufficiente ci sia un uomo >15 anni.. Auguro ai lamentosi buonisti di abitare con un po’ di questi sul pianerottolo.ps:ma mica si è sicuri che abbiano pagato la TARSU.

  5. poveri cuccioli migranti,i vigili cattivoni gli fanno la multa, non possono neanche buttare l’immondizia dove capita come da tradizione nel loro paese.

  6. Puoi telefonare ai tuoi amici immigrati e chiedergli se possono evitare di insozzare paesi e città con l’immondizia e provare a seguire le regole? Dopo puoi telefonare a quelli della cgil e chiedere loro che la smettano di difendere gli immigrati e sbattersene degli operai italiani?

  7. ma queste sono cose che facevano i nazisti con i rastrellamenti. Ma che schifo ! La conferma che si tratti di persecuzioni discriminatorie é confermato anche dai commenti delle iene razziste quí sotto, che plaudono all’iniziativa.

  8. Caro utente "nazisti" dateVi una calmata!!!Se le persone non rispettano le regole, siano italiani o "fratelli migranti" è giusto che i comuni agiscano in maniera di cercare di eliminare questo malcostume…Se poi parlate di "persecuzioni discriminatorie ", "rastrellamenti nazisti" siete a cavallo!!!InformateV i e non insultate a vanvera le persone che non accettano il Vostro modo di pensare ….A continuare ac comportarsi in questa maniera vanno a ramengo tutte le regole di convivenza ….

  9. Per controllare se una famiglia fa la raccolta differenziata correttamente bisogna andare di notte?
    Rob, siamo seri per favore!

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome