Ragazzini spruzzano spray urticante sul pullman: passeggeri al pronto soccorso

10

Al carnevale manca parecchio, ma la voglia di divertirsi con scherzi, a volte pesanti, quella non manca mai. E’ successo ad esempio ieri nel basso Garda, a bordo del pullman che trasporta ogni giorni i clienti dai paesi limitrofi al centro commerciale Il Leone di Lonato del Garda. 

Un gruppo di ragazzini interessato più a divertirsi che ad andare a fare compere, ha deliberatamente spruzzato all’interno del veicolo dello spray urticante al peperoncino, quello in vendita come strumento di difesa personale contro le aggressioni. Trattandosi di spray altamente efficace, i cui effetti sono stati amplificati dallo spazio chiuso e dall’affollamento, diverse persone a bordo del pullman hanno iniziato a sentirsi male. Accortosi del problema l’autista ha fermato la corsa aprendo le porte per far circolare l’aria. A quel punto però i responsabili del gesto sono riusciti a scendere e darsi alla fuga, prima del riconoscimento e dell’arrivo degli agenti.

Sul posto sono arrivate nell’ordine due ambulanze, i Vigili del Fuoco, Carabinieri e Polizia Locale. Alcuni passeggeri sono stati trasportati in pronto soccorso colpiti da lievi malori.
(a.c.)

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

10 Commenti

  1. mA QUALE SALUTE A RISCHIO MA QUALE PUNIZIONE FANNO BENE I RAGAZZI DEVONO POTERSI ESPRIMERE CAPITO………VIVA IL COMUNISMO VIVA LA LIBERTA

  2. Signor hahahaha siamo noi i detentori dell’idea di libertà! Non faccia confusione scambiandoci per comunisti. Ci consenta di appoggiare l’esuberanza si questi ragazzi, cribbio!

  3. allora si se ci fosse stato il regime comunista come in URSSS, credo che questi ragazzi sarebbero stati in vacanza per un bel pò (alfresco naturalmente).

  4. W i valori e l\’educazione, peccato che molti ragazzi oggi vengono educati da certi
    genitori permissivi, che concedono tutto e più del dovuto e che difendono pure i comportamenti dei loro figli anche quando sbagliano… qui non parliamo di comunismo, ma di valori e di educazione che si imparano prima in casa propria e poi che si applicano nel mondo esterno, nella cosidetta società civile…

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome