Abusi edilizi a Campione, chiesti dal pm 20 rinvii a giudizio

0

Potrebbe essere un processo decisamente affollato. Se il Giudice per le inchieste preliminari dovesse accogliere la richiesta del pm Silvia Bonardi saranno venti le persone in aula nel processo sui presunti abusi edilizi per la ricostruzione di Campione del Garda, l’incantevole località a bordo lago del comune di Tremosine.

La Bonardi ha formulato la richiesta per la Procura. Il rinvio a giudizio è stato disposto per il sindaco di Tremosine Diego Ardigò, per l’ex sindaco pro-tempore Francesco Briarava, l’ex assessore Gian Andrea Arrighini, il presidente della società edile Coopsette, Fabrizio Davoli, quello della società Campione del Garda spa, Fabrizio Vezzani, per l’architetto Mauro Salvadori, stesore del piano urbanistico, e per altre persone a vario titolo coinvolte. In totale sono venti.

Diverse le ipotesi di reato, a cominciare dalle irregolarità nella stesura del piano urbanistico e di quello particolareggiato, dall’edificazione entro i 200 metri dal cimitero alla mancata attivazione della procedura di Valutazione Ambientale Strategica. Le parti offese sono state individuate nella Regione Lombardia, nella Provincia di Brescia e nel Ministero dei Beni Culturali.
(a.c.)

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome