Rifiuti tossici australiani a Berzo Demo dal 2009: pericolo per il fiume Oglio

0

Dall’Australia a Berzo Demo, in Valle Camonica: questo il viaggio che hanno fatto, nel 2009, le scorie pericolose di una multinazionale australiana dell’alluminio. Un trasporto costato al continente 5 milioni di euro, che però ha evitato "questioni" in patria. Si tratta, scrive il Corsera, dei residui della demolizione di celle elettrolitiche per l’alluminio primario, quello estratto dalle miniere di bauxite australiane. Giunte alla Selca le scorie sono ferme in  un capannone dal 2009 e, come hanno mostrato le telecamere della trasmissione di Raitre Presa Diretta lunedì 10 febbraio, sono esposte alle intemperie causando  rivoli di acqua mista a polveri tossiche che finiscono nel . Un disastro ambientalle sul quale ha dato l’allarme William Stival, l’investigatore del nucleo Forestale di Brescia che ha dato avvio all’indagine sulla Selca. Sembra che gli australiani non avessero impianti in grado di gestire quei particolari rifiuti e così si sono rivolti alla Selca che, però, non li ha mai trattati. Ora l’azienda è fallita e i rifiuti da oltre 4 anni, rimangono nel piccolo comune della Valcamonica.

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

1 COMMENT

  1. connivenze politiche sono indispensabili per distruggere il territorio italiano sversando ovunque (campi autostrade, cave , sotto la case) Lo sa ache la zia che la fonderie fanno evaporare le scorie al cromo….ma nessuno se ne accorge. Tappezzano centinaia di km di autostrade con le più immonde schifezze e nessuno vede….ma dai……????? Chi dovrebbe difendere la salute ed il vivere civile di questo svenduto paese non può non essere colluso. Che responsabilità imperdonabile nei confronti nostri, dei nostri figli e dei nostri nipoti e per chissà quante generazioni future….e tutto per 4 capitalisti già straricchi.

  2. Una popolazione che per quarant’anni ha votato in maggioranza per la DC e poi è passata ad affidarsi a Berlusconi e Lega non può che essere avviata all’estinzione, per sua stessa mano. Dispiace per i pochi che hanno fatto eccezione.

  3. Sinteso gagliarda sull’attualità del declino di un Paese dove il bene comune non è mai stato l’obiettivo dei politici di turno. Lo disse bene Martinazzoli nel 2000:"oggi c’è un deficit, non un troppo della politica, ma un tendenziale niente della politica"…

  4. Concordo..basta pensare a Tabacci che era governatore della lombardia ai tempi della costruzione della terza corsia della A4 e oggi è nel pd….

  5. Continuamente ci facciamo del male eleggendo gente che fa interessi proprie dei propri amici fregandosene di ambiente e cittadini. Chissà quante discariche pericolose ancora non sono venute alla luce. Consoliamoci con una robusta dose di tumorazzi.

  6. ma limitandosi ai fatti e non alle scemenze, da un 20ennio a questa parte, di quale partito è il deputato che la valle esprime come sua rappresentanza ?

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome