Abuso su 16enne in una comunità di recupero, in carcere il presidente

10

Sono finiti in custodia cautelare uomo del 1952 ed una donna del 1972, responsabili in concorso di atti sessuali con minorenne. Secondo le prime indiscrezioni l’uomo, presidente di una nota comunità per recupero della tossicodipendenza e la donna, avrebbero più volte abusato di una minore di 16 anni, affidata alla stessa comunità. A occuparsi dell’indagine i Carabinieri del Comando Provinciale d Brescia che hanno dato esecuzione all’ ordinanza emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Brescia. 

L’uomo è stato arrestato su mandato del gip Paolo Mainardi: a far scattare il tutto delle intercettazioni ambientali raccolte dai carabinieri su mandato del pm Claudio Pinto. Come riporta il giornale di Brescia l’uomo, quando ha visto gli agenti nella sua abitazione di Padenghe ha però accusato un grave malore cardiaco ed è stato ricoverato all’ospedale Civile, piantonato. L’accusa è grave: violenza reiterata su una sedicene in comunità per farsi curare. Coinvolta anche una collaboratrice  del titolare di 20 anni più giovane che ora si trova a Verziano. Anche lei avrebbe preso parte agli incontri sessuali con la giovane ospite (a Pozzolengo ma anche in un albergo a Roma), anche se con un ruolo di secondo piano. Il consiglio d’amministrazione della comunità ha provveduto ad esautorare il presidente dalla sua carica già domenica. 

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

10 Commenti

  1. uno crede di affidare la figlia ad una struttura di recupero e poi scopri che abusano di lei: ma cosa sta succedendo in questo mondo???

  2. Di fronte alla violenza di una donna resto sempre inorridita! siamo geneticamente programmate per custodire, proteggere e amare…ma evidentemente non èp per tutte così! che tristezza per quella 16enne…

  3. Affidarlo per tre notti alle cure di ergastolani in cella per reati sessuali o peggio. Proverà anche lui tante piccole soddisfazioni…..

  4. conosco bene il personaggio in questione……e in questa nota comunità di recupero ci sono purtroppo passato….. CHIUDETELA, prima che ci scappi il morto……

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome