L’ospedalino dei bambini diventerà un pensionato per studenti universitari

0

Un elegante palazzo nel cuore della città, vuoto da oltre un decennio. L’ex ospedale Umberto I, meglio comosciuto dai bresciani come "Ospedalino" o "Ospedale dei bambini" tornerà a nuova vita grazie agli studenti universitari. E’ dedicato a loro infatti il progetto di recupero dell’edificio presentato in Loggia dal Gruppo R di Raimondi, società immobiliare con sede in via Cremona.

Il progetto prevede di trasformare l’edificio in un pensionato per gli studenti universtari che vivono in città, una soluzione che non prevede la realizzazione degli altrimenti costosi parcheggi (che dovrebbero essere costruiti sotto il palazzo, con enorme dispendio di risorse). Steso dagli studenti del Corso di analisi dei sistemi urbani e territoriali dell’Accademia di Santa Giulia, coordinati dall’architetto (nonché sindaco di Lograto) Alberto Mezzana, il progetto prevede di ricavare 140 posti letto, 15 al piano rialzato, 46 al primo e secondo piano, 21 al terzo ei rimanenti nel sottotetto. Nel seminterrato troverebbero spazio i locali comuni, la sala-studio, la sala stampa, la sala conferenze, una palestra ed un locale-lavanderia. Ogni stanza avrà il bagno privato, mentre la cucina sarà probabilmente comune per più stanze.

Secondo quanto riporta Bresciaoggi, che pubblica la notizia nell’edizione odierna, il canone d’affitto per il singolo studente potrebbe aggirarsi sui 400 euro mensili. Il ricavo annuo per la struttura ammonterebbe così a 670mila euro, a fronte di una spesa stimata in 255mila euro.
(a.c.)

La fotografia nell’articolo è presa dal blog Luoghi del vento. Architetture sospese.

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome