Rezzato premia la creatività dei giovani: al via i progetti del bando “Why Not?!”

0

Martedì 25 Febbraio alle ore 18,30, nel corso del Consiglio Comunale, saranno premiati i due gruppi di giovani rezzatesi i cui progetti sono stati giudicati meritevoli in riferimento al bando “Why Not?!” istituito dal Comune di Rezzato in collaborazione con A.C. Football Club Rezzato, Gruppo Scout Rezzato 1, Oratori di Rezzato e Virle, Biblioteca Comunale di Rezzato, Cooperativa Tempo Libero e Centro di aggregazione giovanile "Domino" e con il fattivo contributo di Italcementi. Lo slogan di questo primo bando di concorso è stato “Hai un’idea? Vuoi realizzarla ora puoi”: quindi i due gruppi di giovani e giovanissimi hanno proposto, e ora realizzeranno, due progetti diversi tra di loro, ma che hanno in comune il voler creare occasioni di incontro tra le persone.

Un progetto ha come titolo “APE RO’ Aperitivi Insieme” obiettivo del progetto è animare alcuni momenti della vita del comune attraverso momenti di festa rivolti a seconda dei casi a fasce di età diverse, dagli adolescenti agli adulti. Il secondo progetto ha l’obiettivo di creare e gestire una sala studio aperta a tutti, negli orari in cui la sala studi della Biblioteca Comunale rimane chiusa, in modo da integrare il buon servizio già attivo sul territorio. La sala studio sarà realizzata in collaborazione con la Cooperativa di Consumo che ha messo a disposizione i locali ove realizzarla.

"I tempi che stiamo vivendo rendono ancora più urgente e inderogabile un coinvolgimento in prima persona dei giovani nella gestione del “bene pubblico”, in questo contesto il bando “Why Not!?”, è stata un’opportunità concreta di cittadinanza attiva e di partecipazione alla vita comunitaria.- ha dichiarato Domenico Pasini, Assessore alle politiche giovanili -. Nel corso del Consiglio Comunale saranno consegnati gli attestati ai componenti i due gruppi e si darà il via all’erogazione dei finanziamenti necessari alla realizzazione dei progetti. La parola, anzi l’azione, passa ora in mano ai due gruppi di giovani premiati perché diano corpo ai loro progetti ed a tutti gli altri giovani del nostro comune affinché comincino a pensare e sviluppare un loro progetto nell’auspicio che il bando possa essere replicato anche nei prossimi anni, e sia dato spazio alla creatività, alle idee, alla voglia di fare ed alla responsabilità dei nostri giovani".

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Finalmente un comune che fa qualcosa di pratico per i giovani anzichè continuare a fare convegni, a studiarli a parlargli addosso. Diamo loro spazi e fiducia e sapranno esprimersi al meglio

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome