Tagli alle forze dell’ordine, a rischio la scuola di polizia di Brescia

0

Il Vice Capo della Polizia di Stato ha presentato qualche giorno fa alle organizzazioni di categoria, il piano che rivisita la presenza delle forze del’ordine sul territorio nazionale attraverso la chiusura e l’accorpamento di numerosi uffici e reparti. "Sussiste la volontà dell’Amministrazione di voler stravolgere alcuni settori della Specialità, attraverso una chiusura irrazionale di alcuni Compartimenti e dei presidi attualmente esistenti", commenta la Silp. Si parla di alcuni segmenti come le Squadre Nautiche per le qualo si prevede la completa soppressione generando una mobilità di circa 500 dipendenti, si parla della chiusura di numerosi commissariati distaccati e di una sforbiciata anche alle scuole. Per la maggior parte delle sezioni della Polizia Postale, l’intento è quello di mantenere le sole sedi dove sono presenti le Corti d’Appello.

 

"Tale progetto non fa alcun riferimento a come poter garantire il territorio e la sicurezza dei cittadini in quei luoghi nei quali verranno soppressi i presidi, e non tiene assolutamente conto delle esigenze e delle aspettative del personale interessato – protesta la Silp –  inoltre, non esiste alcuna strategia o volontà di chiarire come e a favore di chi verranno utilizzate le centinaia di milioni di euro di risparmio che questo taglio selvaggio produrrà. Quindi, mentre la politica continua a disinteressarsi della sicurezza del Paese, la nostra Amministrazione continua a svendere la professionalità del Comparto Sicurezza".

Non risulta ancora chiara l’entità dei tagli o accorpamenti per la provincia di Brescia, potrebbero essere interessati in questo caso, la Scuola di Polizia, uffici operativi delle specialità quali: Polfer, Polstrada e Commissariati. "Per tutelare la categoria e la sicurezza dei cittadini non basta piú la denuncia pubblica – conclude la Silp – occorrono forme di lotta efficaci, in grado di far pesare l’importanza sociale della nostra specificitá. Il Silp Cgil è pronto alla mobilitazione! È a rischio la sicurezza dei cittadini".

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

1 COMMENT

  1. prima di procedere a tagli perchè non iniziate a far pagare l’affitto agli assegnatari (tutte persone stipendiate con "lavoro sicuro") degli alloggi di servizio? Sarebbe ora iniziare a farlo !!!

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome