Anna Calvi, al Grande il concerto della cantautrice britannica

0

Nella stagione 2014 la Fondazione del Teatro Grande volge lo sguardo anche alle nuove rivelazioni internazionali: domani, 25 febbraio, alle 21.00 si terrà al Teatro Grande il concerto della cantautrice britannica Anna Calvi che presenterà i brani tratti dall’ultimo album, One Breath, uscito lo scorso 8 ottobre per la Domino.

Affermatasi poco più di due anni fa con grande successo nel panorama internazionale, la rivelazione britannica, di origine italiana, Anna Calvi è una delle giovani star più ambite della scena indipendente, anche grazie ad una vocalità potente ed una personalità affascinante.

Con il suo primo disco omonimo (“Anna Calvi”, Matador, 2011) ha riscosso un successo immediato, divenendo la cantante più “cool” del momento. La stampa di settore, così come la critica mondiale, ha più volte elogiato il suo lavoro che è stato tra l’altro nominato anche ai Mercury Prize per il 2011 e ai Brit Awards nel 2012.

Dopo un periodo di lontananza dalle scene, Anna Calvi torna con il suo secondo album, One Breath, che ha già ricevuto 4 stelle dalla rivista MOJO ed è stato positivamente recensito da Q, Uncut e The Guardian. Le 11 canzoni che compongono il suo ultimo album One Breath mostrano una vasta gamma di punti di riferimento, dalla musica dell’Africa occidentale, alle idee concettuali di trasformazione del compositore John Adams, in Sing To Me, omaggio a Maria Callas. Un viaggio emozionante attraverso le più diverse espressioni della musica che Anna Calvi ha elaborato lavorando a stretto contatto con il produttore John Congleton con cui ha condiviso il suo entusiasmo nello sperimentare.

One Breath è un album più personale rispetto al precedente pluripremiato album di debutto ed è stato creato in una fase critica della vita di Anna Calvi, il che può spiegare questo cambiamento radicale. Gli elementi caratteristici dell’esordio di Anna Calvi rimangono, ma One Breath è più istintivo e insistente, rivelando un’ampia gamma di texture ed emozioni. “Ho intitolato l’album in questo modo perché quella canzone riassume la sensazione di essere al culmine di qualcosa,” spiega Anna Calvi. “È il momento prima in cui devi aprirti, ed è così terrificante. È spaventoso ed emozionante. È anche pieno di speranza, perché qualsiasi cosa accadrà non è ancora accaduta.”

I biglietti sono in vendita a 22 euro (platea e palchi di I-II-III ordine), 18 euro (I, II galleria e palchi di IV ordine). Per i possessori della Teatro Grande Card i prezzi sono rispettivamente di 18,50 euro e di 15,50 euro. I biglietti si possono acquistare sui siti teatrogrande.it e vivaticket.it e alla Biglietteria del Teatro Grande dal martedì al venerdì dalle 13.30 alle 19.00 e il sabato dalle 15.30 alle 19.00. Per ulteriori informazioni 030.2979333, [email protected]

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Mentre approda al Taetro Grande con tappeti rossi e squilli di trombe una gentil signorina che, partita nel 2011, ha scritto un paio di album di musica leggera inframmezzati peraltro da una lunga pausa, insistiamo nel chiederci quale sia il filo conduttore della cosiddetta stagione annuale della Fondazione Teatro Grande, Ci pare un collage di tutto per tutti, un’accozzaglia di proposte e di stili omnibus diffusi in un luogo frequentato un tempo dai Toscanini, dalle Callas, dai Del Monaco, dai Milstein, dai Rostropovich, dai Benedetti Michelangeli giusto per concludere con l’illustre concittadino bresciano. Basterebbe andare nella vicina Verona per ritrovare la traccia di ben altra regia, cura e razionalizzazione degli eventi musicali e non, a prescindere dall’attività dell’Arena. Siamo convinti che qualcosa si debba cambiare anche a Brescia in nome di una tradizione, evidentemente e deliberatamente sepolta, che ci ha reso nel passato stimati e conosciuti.

  2. i miei complimenti a stradivarius brixiensis. i suoi commenti sono il perfetto complemento agli articoli (e spesso rivelano aspetti che altirmenti nessuno saprebbe)

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome