Convegno a Ospitaletto contro la ludopatia e il gioco d’azzardo

0

Negli ultimi anni in Italia si è assistito alle tremende conseguenze del fenomeno del gioco d’azzardo. E continua la proliferazione di slot machine e di sale gioco aperte quasi 24 ore su 24. Un fenomeno che è diventato un’emergenza sociale da contrastare tempestivamente, dato il numero crescente di persone sempre più dipendenti che le porta a spendere gran parte del proprio patrimonio e ad alienarsi dalla realtà circostante. Non a caso, alcune statistiche rivelano che l’Italia è al primo posto in Europa e terzo al mondo tra i paesi che giocano di più. Allo scopo di voler ridurre questa piaga sociale e informare, il Comune di Ospitaletto, in collaborazione con l’ASL di Brescia, i gruppi e le associazioni del territorio ha in programma un incontro pubblico per la serata di venerdì 28 febbraio a partire dalle ore 20.30 dal titolo: “Gioco d’azzardo… Non chiamiamolo gioco!”. L’appuntamento si terrà presso il Teatro Agorà. Interverranno: Giovanni Battista Sarnico, sindaco di Ospitaletto, Mariagrazia Fasoli del dipartimento dipendenze Asl di Brescia, Angela Fioroni della legautonomie Regione Lombardia, Piero Magri direttore esecutivo di Terre di Mezzo, Corrado Balduchelli S.m.i. “Il mago di Oz”. Modera la presidente della commissione per le materie attinenti la persona Sonia Donfrancesco. Per il sindaco Giovanni Battista Sarnico: “Il gioco d’azzardo è ormai, purtroppo – una realtà della quale non si può evitare di parlare. Una piaga sociale vera e propria, gestita anche dallo Stato che diventa biscazziere e contro la quale è necessario mettere un freno”. Durante la serata sarà anche possibile firmare la proposta di legge di iniziativa popolare contro il gioco d’azzardo. Il Consiglio Comunale di Ospitaletto ha già, infatti, approvato all’unanimità il manifesto dei sindaci contro il gioco d’azzardo.

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome