Sede bresciana di Expo, Lonati offre (gratis) uno spazio nel complesso le Tre Torri

3

entra nella partita Expo e lo fa con un’iniziativa forte che molto difficilmente potrà essere ignorata. L’imprenditore bresciano, titolare dell’omonima azienda di San Polo, ha infatti messo a disposizione lo spazio necessario in una delle Tre Torri, il grande complesso immobiliare che sorge accanto alla tangenziale ed all’autostrada, affinché Expo possa avere a Brescia una sede adeguata.

In questi ultimi giorni si è discusso molto dell’ipotesi ex tribunale, che il Comune di Brescia ha messo a disposizione come sede locale della kermesse milanese. Ma, nonostante il Comune voglia concedere gratuitamente lo stabile, rimane il problema dei costi di ristrutturazione, che secondo alcune stime si aggirano attorno ai 700mila euro. Fondi peraltro non disponibili nelle casse degli enti pubblici coinvolti nella partita.

Problema che non si porrebbe con quanto a disposizione – con affitto gratuito – da Lonati nel complesso le Tre Torri, nuove e moderne, perfettamente adeguate alle esigenze di Expo. Lonati, oltre a rendere un importante servizio alla città, avrebbe un positivo ritorno pubblicitario – anche sul piano internazionale – visto il probabile afflusso di imprenditori stranieri, che potrebbero essere attratti da Brescia. 

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

3 Commenti

  1. Ad averne d’imprenditori così.L’egoismo regna nel dna D’imprenditori Bresciani,mecenatism o è un termine che non hanno imparato nè a scuola nè nella vita.Grazie Lonati.

  2. Mecenatismo, suggerisce qualcuno e ringraziamo Ettore Lonati che nulla ha a che fare con le riflessioni che seguono. Sappiamo infatti che quegli edifici sono il simbolo di come la progettazione urbanistica di Brescia sia andata ben oltre le logiche di analisi dei fabbisogni, ovvero di domanda e di offerta, in particolare per quanto dovesse essera adibito ad uffici o centri direzionali e non a residenze private. Che si costruiscano ben tre enormi torri, pressochè deserte dopo anni, porta diritto alla speculazione edilizia e richiama gravi responsabilità passate a più livelli. Ripeto, bene fanno i Lonati che sono subentrati solo da ultimi nella vicenda immobiliare, rilevando il complesso con un notevole impegno finanziario, a cercare in tutti i modi di valorizzare gli edifici, compresa l’idea della Sede Expo.

  3. Quel che conta ,mecenatismo o vediamola come si vuole,è che qualcuno,non a caso…,li valorizza,con un beneficio COLLETTIVO.Una cosa certa è che gl’imprenditori Bresciani non brillano per lungimiranza nè generosità,Lonati è un bell’esempio,imparin o i suoi "colleghi".

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome