Quanto è Smart Brescia? Per i cittadini “così così”

0

“Abbastanza” (13%) o “così così” (29%) a cui si aggiunge uno tiepido “molto” (6%): ecco cosa rispondono i cidnei alla domanda “quanto è smart la tua città?” nell’ultima ricerca dell’Osservatorio Linear dei Servizi commissionata a Nextplora. A detta dei bresciani le peculiarità che devono essere presenti per definire “smart” la propria città sono le legate in primo luogo all’ecologia e ai servizi di trasporto sostenibile. Ecco in particolare le loro risposte: al primo posto la presenza di piste ciclabili (62%). Molto gradita anche raccolta differenziata per il 61%, per il 54% degli intervistati per essere definita “smart” una città deve avere trasporti efficienti mentre la presenza del wi-fi libero è indicata dal 45%.

 

In cosa peccherebbe, dunque, Brescia per essere considerata smart al 100%? I suoi cittadini indicano in primo luogo come carente il servizio di wi-fi accessibile (64%). Una buona fetta di intervistati (54%) vorrebbe invece prese di corrente pubbliche per la ricarica di smartphone e tablet. Di particolare importanza affinché Brescia possa essere considerata ancora più “smart” risulta essere l’implementazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici nelle strade (50%) oltre alla presenza di servizi di trasporto efficienti (38%).

Nel poco convincente contesto “Smart City” della Penisola a detta dei cidnei, Milano risulta la città più Smart per il 53% degli intervistati, segue Trento in seconda posizione con il 24% delle preferenze mentre Bologna occupa la terza piazza con il 17%. In Europa sul gradino del podio più alto si posiziona la capitale britannica Londra (40%), seconda  posizione per Amsterdam (29%) chiude Stoccolma con il 27% delle preferenze.

Mobilità intelligente con basso impatto ambientale, bassi consumi energetici, raccolta differenziata che permette un riciclo dei materiali evitando sprechi e inquinamenti, mezzi di comunicazione “free” a disposizione dei cittadini sono tutte qualità che caratterizzano una vera e propria “Smart City”. L’Italia sta incominciando a muovere i primi passi in questa direzione anche grazie alla consapevolezza dei suoi abitanti, fra cui i bresciani, che ne hanno capito l’importanza ben sapendo che un futuro migliore passa anche da queste soluzioni.

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome