Tagli per tre presidi di Polizia, Ugl: i delinquenti ringraziano

0

Una protesta chiara e forte quella promossa dalla Ugl Polizia di Stato che accusa la politica di tagli insensati rispetto alla risorse di difesa nelle città. Di questi tagli, 266 in Italia, 19 in Lombardia di cui 7 Sezioni di Polizia Postale, la sezione che si occupa dei reati in Rete. "I reati corrono oggi quasi esclusivamente sulla Rete, e lo Stato cosa fa? Cancella i cyber-Poliziotti, consentendo così ai delinquenti della rete, che clonano per esempio migliaia di carte di credito di farla franca sistematicamente" si legge nella nota dell’Ugl.  A Brescia saranno tre i presidi che verranno tagliati, nonostante sia una delle Provincie italiane con il più alto tasso di incidentalità.

 

DI SEGUITO IL COMUNICATO INTERGRALE

La Politica di oggi sembra proprio voler abbassare ad ogni salto l’asticella morale del Paese.

Non si capisce davvero più quali siano le priorità, se nel nome di un equilibrio economico di cui ancora nessuno ha capito le dimensioni, i confini, e soprattutto l’origine, tutto viene svenduto, a partire dai valori fondanti del Paese stesso. La morale svenduta per la… Finanza.

Questo prezzo che ci stanno facendo pesare, ha preso ormai dimensioni catastrofiche: lo Stato taglia ormai sistematicamente su ogni aspetto “sociale”, dalla scuola alla sanità, passando per la Giustizia e la Sicurezza, che ormai paiono come un fardello cui ci si debba liberare al più presto per consentire allo Stato… di far cosa?

Uno Stato che trova l’equilibrio finanziario senza basi culturali solide (con la scuola), senza un sistema di giustizia credibile (ma non certo con le proposte risibili cui si è assistito sino ad oggi), senza un sistema che tuteli il lavoro e senza “sicurezza”, a cosa servirebbe? A chi servirebbe? 

Ecco quindi che in questo panorama di caduta morale, arriva l’ennesima legnata (dopo il taglio sistematico e più volte denunciato di uomini, mezzi, risorse di sopravvivenza minima): si sta discutendo infatti la chiusura di centinaia di presidi di Polizia (266 in tutta l’Italia), e già in questi giorni si stanno valutando diverse chiusure anche nella Provincia di Brescia. Anzi, Brescia sarebbe la Provincia più penalizzata dai tagli in Lombardia, visto che tra tutte le provincie sarebbe quelle che perderebbe più posti di Polizia: ben tre importanti presidi, ovvero i Distaccamenti di Polizia Stradale di Iseo e Salò e il Settore Polizia di Frontiera presso l’aeroporto di Montichiari.

Di questi tagli, paiono assolutamente ingiustificate le chiusure solo in Lombardia di ben 19 presidi di cui 7 Sezioni di Polizia Postale: i reati corrono oggi quasi esclusivamente sulla Rete, e lo Stato cosa fa? Cancella i cyber-Poliziotti, consentendo così ai delinquenti della rete, che clonano per esempio migliaia di carte di credito di farla franca sistematicamente.

Lo stato taglia, il cittadino subisce. Quindi, a cosa serviranno questi tagli, se la spesa che dovranno subire i cittadini costerà più del risparmio di un simile taglio trasversale?

A Brescia, come detto, saranno tre i presidi che verranno tagliati: Brescia che rimane una delle Provincie italiane con il più alto tasso di incidentalità, che si vedeva già costretta ad arrabattarsi per trovare il modo di fornire il minimo sindacale in termini di copertura del territorio, ora lascerà molti cittadini nelle mani di… loro stessi.

Ci appelliamo a questo punto ai Sindaci dei Paesi coinvolti (Iseo e Salò). Se il problema è l’affitto delle caserme, che le Amministrazioni Locali riducano le loro pretese: facciano loro questo “servizio” ai propri concittadini, e consentano di tener in vita un “presidio” dello Stato, che sta sempre più arretrando di fronte alla criminalità, facendo pesare scelte non comprensibili, per obiettivi non più credibili.

Come Organizzazione Sindacale manifesteremo a tutte le Autorità il nostro sdegno e contrarietà a queste scelte dettate da logiche di tagli alla spesa…che spesa non è. Ancora una volta, si rileva che altre spese, molto più incidenti sui bilanci statali, vengono bellamente autorizzate senza porsi alcun problema sul loro impatto morale sul Paese (come i miliardi per sanare le Banche, gli F35…).

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Iniziate a far pagare l affitto a chi occupa gli alloggi di servizio gratis !!! E cominciate a far pagare la relativa manutenzione agli abitanti di tali "alloggi" poi valutate altri tagli

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome