Bonifica dal Pcb: si parte in autunno con 4 cantieri, ecco dove

0

Date ancora non ce ne sono, ma tutti i soggetti interessati hanno garantito che c’è stato un deciso cambio di marcia, e si sta lavorando per iniziare il prima possibile, sicuramente entro l’autunno. La seduta di ieri della Commissione Ambiente ha visto la presenza degli ingegneri Silvia Carecchio e Camilla Cicerone, tecnici di Sogesid, società in house dei ministeri dell’Ambiente e delle Infrastrutture.

I due ospiti hanno riferito che tutti gli interventi a loro carico sono già in fase di progettazione. In particolare sono quattro i piani d’azione individuati come prioritari dalla società. Si parte con la messa in sicurezza della falda e delle rogge, per le contaminazioni da Pcb e cromo esavalente nei siti Caffaro, Baratti e Forzanini. Se per la falda Sogesid è in attesa di conoscere i dati chiesti ad A2A ed Arpa, per i rilievi di natura fisica e chimica, per le rogge nei mesi scorsi è già stato compilato un rilievo topografico dettagliato. I lavori riguarderanno la messa in sicurezza dei fossi a cielo aperto, una delle pricipali vie di contaminazione, e dureranno circa 11 mesi.

Per quanto riguarda la messa in sicurezza del parco Passo Gavia, i lavori dureranno solo 6 mesi e si effettueranno con l’asportazione del terreno superficiale (almeno un metro) contaminato. 

I lavori per la pista ciclabile di via Milano sono in fase di assegnazione tramite l’imminente pubblicazione del bando di gara. Si procederà con la delimitazione della pista tramite cordoli, per la regimentazione delle acque, e di staccionata in legno.

Infine il quarto ambito d’intervento riguarderà le aree private: una quindicina di giardini di abitazioni private, quelli dove sono state riscontrate le più alte concentrazioni di inquinanti, verrà bonificata una volta che sarà pronto il progetto, presumibilmente a partire dalla fine dell’estate. I lavori dureranno almeno 8 mesi. Per i rimanenti giardini privati si dovranno attendere altre risorse.

Complessivamente questi quattro interventi costeranno 3,9 milioni di euro, più della metà dei 6,7 stanziati tramite convenzione tra ministero, Regione, Provincia e Comuni interessati.    

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome