Rolfi e Tacconi (Lega): “Sulla Fiera Del Bono come Ponzio Pilato”

1

In merito alle dichiarazioni del sindaco di Brescia in relazione al futuro della fiera di Brescia, sono intervenuti il vice capogruppo della Lega Nord in Regione Lombardia, Fabio Rolfi e il consigliere comunale di Brescia, Massimo Tacconi.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO

"Del Bono – afferma Fabio Rolfi – si comporta tale e quale a Ponzio Pilato, dimenticandosi che è il sindaco della Città, che il comune è azionista sia della fiera che dell’immobiliare ad essa connessa e che non molti anni addietro era uno dei principali sostenitori dell’avventura della fiera in Città. Generalmente un sindaco non dovrebbe scaricare su altri il dibattito unicamente perché interessato ad incassare la promessa del palazzetto (con annesso, ovviamente, l’ennesimo nuovo  e inutile centro commerciale) ma dovrebbe esprimere un’idea o delle linee guida, in special modo se consideriamo che nel suo programma elettorale si parlava proprio di valorizzare il polo fieristico della città. 

Qualcuno, forse, gli avrà fatto cambiare idea? Se così fosse sarebbe interessante per i cittadini sapere chi è così autorevole da far mutare in corsa un programma elettorale votato dai bresciani.

A quanto pare Del Bono però, oltre ad essere distratto, è anche poco informato; come riportato dalla stampa locale infatti, non mancano imprenditori che hanno manifestato interesse a proseguire con le rassegne fieristiche. Probabilmente – chiosa Fabio Rolfi – se il signor sindaco non fosse troppo impegnato a lavarsene le mani, si prenderebbe la briga di incontrarli.”

“Personalmente – prosegue Massimo Tacconi, consigliere comunale della Lega Nord a Palazzo Loggia –  trovo strano che il sindaco glissi per l’ennesima volta sul fatto che si possa discutere in Consiglio comunale di un argomento così importante. È vero infatti che il polo fieristico è di privati, ma non bisogna scordare che anche il Comune detiene una quota del 6% e che, più in generale, si tratta di un patrimonio di tutta la collettività bresciana, di chi ci lavora e di quegli imprenditori, e sono la maggior parte, che non hanno tessere associative.

Purtroppo appare diventata ormai una prassi il fatto che Del Bono, su tutte le questioni dove deve metterci la faccia, si sottragga sempre al dibattito; nella sostanza si tratta di un atteggiamento estremamente scorretto, soprattutto nei riguardi dei cittadini che un sindaco dovrebbe rappresentare.

Le premesse per risolvere i problemi e per affrontare serenamente un dibattito esistono; evidentemente però il sindaco Del Bono non ha mai dato disponibilità proprio perché, da subito – conclude Massimo Tacconi – , non  riteneva determinante la presenza di un centro fiera a Brescia.”

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. ma se e’ stato l’amico di partito Raffaele Volpi, leghista ormai "romano",a portar la questione tramite il big Bettoni,in parlamento a Roma e far la proposta di finanziare il progetto!adesso ritrattano!

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome