Teatro Stabile di Brescia, Parolini(Ncd): dalla Regione 160mila euro, ora tocca al Comune

1

“Dalla Regione sono in arrivo 160 mila euro per il Teatro Stabile di Brescia, ora ci attendiamo un atto di responsabilità chiaro e inequivocabile anche dal Comune di Brescia per tutelare un gioiello culturale del nostro territorio”. Con queste parole il capogruppo del Nuovo Centrodestra in Regione Lombardia, Mauro Parolini, ha annunciato l’approvazione, da parte della Giunta lombarda, di uno stanziamento di 160 mila euro per la gestione 2014 del Ctb.

“Dalle promesse – commenta Parolini – ai fatti. Con questa delibera, Regione Lombardia ha messo in pratica quello che aveva annunciato già all’inizio di febbraio: la conferma di un contributo significativo che potrà aiutare il nostro Teatro in un momento di grave crisi economica. Il Ctb è una realtà virtuosa che in questi anni, sotto la guida del presidente Carla Boroni, ha saputo offrire una programmazione interessante aumentando i propri abbonati, sapendo guardare anche alle nuove sfide che attendono il nostro territorio come Expo”.

“Spero – conclude il capogruppo del Nuovo Centrodestra – che ora anche il Comune di Brescia decida di fare qualcosa di concreto, dopo le inutili e strumentali polemiche sollevate in queste ultime settimane contro la Regione. La mia speranza è che il sindaco Del Bono e l’assessore Castelletti tornino, ora, indietro sulla scelta di effettuare un incomprensibile taglio, una scelta che metterebbe a rischio la vita stessa del Ctb”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Da quando il Parolini ha tradito il partito nel quale è stato eletto in regione per due volte e ha fatto in provincia l'assessore provinciale sul conto di Cl quindi di Paroli per oltre 10 anni gli di è sciolta la lingua.Non passa giorno senza che si rivolga al paese per esaltare le sue qualità,un narcisismo senza freni,peggio di lui solo il simil assessore Vivaldini .

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome