Rilevatori del gas venduti a caro prezzo agli anziani: denunciati tre bresciani

0

Un’associazione temporanea d’impresa dedita alla truffa. Provengono da tutta Italia le sette persone fermate dalla Polizia di Merano in collaborazione con gli uomini della Guardia di Finanza. All’origine della denuncia un grosso giro di truffe ai danni di persone anziane, alle quali i falsi tecnici del gas hanno venduto rilevatori di gas a prezzi fuori mercato. 

Dei tre bresciani coinvolti sono state diffuse solo le iniziali e le età anagrafiche: S.N., 30 anni e B.R., 31 anni di Desenzano e M.A., 42 anni, di Brescia. Assieme a loro sono finiti nei guai un napoletano, un crotonese e un milanese, più una settima persona della quale non sono state diffuse le generalità. L’attività della banda, sgominata grazie alle immagini delle videocamere di sorveglianze, e numerosi confronti con altre immagini di archivio, era quella della vendita di apparecchi per la rilevazione di fughe di gas, ceduti a prezzi (circa 250 euro) ben più alti rispetto a quelli di mercato (dove un apparecchio del genere si trova a poche decine di euro). Gli anziani erano raggiunti nelle loro abitazioni da gruppi di due-tre truffatori che con la loro abilità oratoria riuscivano a vendere i rilevatori. 

Decine le denunce presentate, ma di certo i raggiri saranno ancora più numerosi. Alcuni componenti della banda avevavo già precedenti per truffa.
(a.c.)

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome