Tifosi fuori dallo stadio: contestazioni contro Corioni, Iaconi e giocatori

0

Se non fosse bastata la sconfitta contro il Latina a rendere tesa la squadra, ci hanno pensato i tifosi, con contestazioni dentro e fuori lo stadio, a surriscaldare l’aria del Rigamonti.

Era già successo la scorsa settimana quando i tifosi avevano manifestato per le vie di Mompiano ed è successo acora ieri, con gli ultras che decidono addirittura di restare fuori dallo stadio. La curva Nord, solitamente occupata dagli ultras del Brescia, è rimasta praticamente vuota. Solo in concomitanza con il fischio d’inizio, 500 supporters si sono posizionati sotto la tribuna centrale e, per oltre mezz’ora, hanno continuato ad intonare cori e a lanciare insulti contro la famiglia Corioni e il diesse Iaconi, fratello dell’attuale allenatore biancazzuro Ivo Iaconi.

A pochi minuti dal termine dell’incontro, finito 0-2 a favore del Latina, i tifosi sono entrati nello stadio rivolgendo cori di disapprovazione alla volta dei giocatori e urlando provocatoriamente “Vogliamo la primavera”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome