Domenica ecologica, ma le auto in citta’ si sono viste

0

Una giornata di sole primaverile, un tripudio di colori e di allegria, il trionfo dello sport veramente per tutti, non solo per gli atleti che hanno percorso 42 chilometri e rotti ma anche per chi ha scelto distanze più abbordabili. Una domenica quasi perfetta per la città di Brescia, peccato solo per le tante, troppo auto in circolazione, soprattutto fino alle 14 quando il divieto era assoluto per far sì che nulla ostacolasse il percorso dei runner.

Non si può dire che l’informazione ai cittadini non sia passata, forse è arrivata un po’ tardi l’integrazione (leggila qui) che ha consentito ai veicoli gpl e metano, e agli Euro 4 (o superiori), la circolazione dalle 14:00 alle 18:00, ma le auto erano in strada già la mattina, quando erano parecchi i veicoli che in qualche modo hanno "disturbato" lo svolgimento della corsa. Nemmeno coloro che erano in giro in bicicletta, per accompagnare i corridori o semplicemente per godersi la prima temperatura della stagione, sono stati esentati dal disturbo delle automobili, soprattutto nelle zone periferiche della città.

I controlli? Il comandante della Polizia locale Roberto Novelli ha dichiarato al quotidiano Bresciaoggi, che riporta l’articolo sul numero in edicola: «Non abbiamo il dono dell’ubiquità». E poi: «È stata un’edizione tra le più frequentate con ben oltre tremila partecipanti, abbiamo dovuto presidiare tantissimi incroci e proprio non avevamo altro personale per controllare le auto». Gli agenti in servizio dalla prima mattina al primo pomeriggio erano una cinquantina, impegnati da Sant’Eufemia al villaggio Badia, da via Serenissima a via Triumplina. Evidentemente di più non si poteva fare sul fronte dei controlli agli automobilisti trasgressori. Il sindaco Emilio Del Bono ha commentato sulla sua pagina Facebook che la domenica è stata positiva, seppur ci sia stata "qualche imperfezione".
(a.c.)

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. io il blocco l’ho rispettato seppur contrario, trovandolo totalmente inutile al fine dell’abbattimento delle polveri sottili (come chiunque abbia un briciolo di cultura in merito), ho girato tutta mattina in bicicletta, tanti tanti agenti della polizia locale, ma ancor più tante autovetture con solo uno o due passeggeri a bordo. Son stato fermo mezz’ora a osservare un "posto di blocco" in viale bornata e, nonostante le centinaia di automobili con 1 o 2 passeggeri sopra che son passate, zero zero controlli.
    Che serietà

  2. Alle 17 e 45 in via Fratelli Ugoni avvistata addirittura macchina d’epoca stile mille miglia… senza dubbio euro 4 o superiore

  3. Le non poche auto in circolazione rivelano la inciviltà di tanti automobilisti. La prossima volta prevedere per i trasgressori mille euro di multa e ritiro patente per tre mesi. E’ l’unico modo per trattare i furbi e gli incivili.

  4. la prossima volta evitare di prendere un tanto ipocrita provvedimento forse sarebbe meglio. la ns amministrazione dovrebbe pensare a inceneritore, acqua al cromo, bonifiche della caffaro, rifiuti tossici ovunque (brebemi, tav, cave di s.polo ecc.) invece che fare un falso blocco del traffico

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome