Centro Padane, dal Consiglio via libera alla vendita dell’11%: anche Lega vota sì

0

A vuoto la cessione delle quote della Centrale del Latte (leggi la notizia), la Loggia ci riprova ed ottiene il via libera dal Consiglio Comunale per la vendita dell’11% di Centro Padane. Così come avvenne per il passaggio consiliare per la cessione della Centrale, anche ieri la Lega ha votato con la maggioranza. Astenuti Forza Italia e X Brescia, Laura Gamba del Movimento 5 Stelle ha votato contro.

Il valore della singola azione è intorno ai 29,53 euro, dalla cessione del pacchetto la Loggia conta di ricavare almeno 9,7 milioni di euro. Da considerare che il Comune (11%) assieme a Provincia, Camera di Commercio e Serenissima detiene complessivamente oltre la metà delle quote, il 55,56%, dunque in ballo c’è anche il premio di maggioranza.

Come impiegherebbe il ricavato la Loggia? Per abbattere il debito, ed è proprio questo uno dei motivi per cui Nini Ferrari (X Brescia) si è astenuta nella votazione, perché vorrebbe vedere un minimo di progettualità nelle scelte economiche del Comune, per il rilancio dell’economia in città e non solo per ripagare i debiti. 

La Lega invece ha votato a favore ma con dei distinguo, come quello del capogruppo Nicola Gallizioli: «Diciamo sì alla vendita di Centro Padane, ma il sindaco deve essere parte attiva, farci capire dove andrà Brescia nei prossimi anni».
(a.c.)

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. La città è in fase di smantellamento? Grazie Metropolitana, grazie cessione di Asm per inglobamento in A2a. Quanto alle somme da ricavare, la vicenda della centrale del latte dovrebbe renderci cauti. Nel frattempo continuiamo ad avere 1800 dipendenti comunali ( uno ogni 100 abitanti) ed una pletora di dirigenti e ad avere consulenti e amministratori di aziende pubbliche a iosa. Ora aspettiamo la prossima sventagliata di tasse. Grazie.

  2. Ridicolo. La metropolitana l’ha fatta Paroli? anche la cessione di A2a? Non temi il ridicolo, dietro lo schermo dell’ideologia, vero?.

  3. Segnalo il voto contrario del Movimento 5 Stelle: dopo avre tentato, invano, di liberarsi nel 2012 dalla partecipazione il Comune si affida alla regìa della Provincia a guida leghista per portare a casa 9 milioni a qualsiasi costo. Si è ricordato che dal bando per la concessione (tuttora in sospeso) sono stati esclusi dal CIPE tutti gli attuali soci Enti Pubblici perchè il capitale sociale è inferiore a 34 milioni di euro e il Comune di Brescia non vuol tirar fuori i suoi 3,5 milioni.
    Come già per OMB e come tra breve accadarà per Centrale del Latte ed A2A, anche per Centropadane si profila all’orizzonte la vendita delle quote ad un solo, fortissimo acquirente (non facciamo nomi, ovviamente). Ed è questa la logica da contrastare ad alla quale opporsi: ci guadagnano grossi Gruppi privati e ci rimettono, alla fine, i cittadini che devono pagare infauste e dispendiose scelte amministrative del passato. Caro Emilio, l’aria da cambiare, sarebbe stat proprio questa…

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome