Molestie su paziente in psichiatria, infermiere condannato a due anni

2

E’ stato condannato a due anni, in prima istanza dai giudici della corte penale, l’infermiere dell’ospedale di Montichiari, accusato di aver molestato, palpeggiandola, una paziente in cura nel reparto di psichiatria. La ragazza aveva accusato l’infermiere di aver approfittato di lei e del suo stato, dopo aver avuto uno scontro con i genitori. L’episodio risale al 2011 e si sarebbe verificato in una stanza del reparto.

Al tempo la giovane aveva subito chiesto aiuto ad altro personale e aveva spiegato cosa gli aveva fatto il sanitario, che ha sempre negato qualsiasi atto. I riscontri alle accuse della ragazza, poco più che ventenne, non ci sarebbero secondo Gianfranco Abate, difensore dell’imputato, che ha più volte sottolineato come la ventenne avesse manifestato problemi di bipolarismo, schizofrenia e allucinazioni. L’infermiere è stato condannato ieri a due anni di detenzione.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

2 Commenti

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome