Coppie di fatto: nuova petizione popolare. Loggia divisa tra favorevoli e contrari

0

Questa sera si riunirà la Commissione Diritti Civili del Pd bresciano e si discuterà di “coppie di fatto”, tema già affrontato in Loggia dal Consiglio Comunale ma bocciato dal comitato di valutazione che ha respinto la mozione, e che ora tornerà a far discutere il Consiglio. Il tema però ritornerà in Loggia grazie ad una nuova petizione di iniziativa popolare da parte del Comitato “Nuove famiglie uguali diritti” che mette insieme 24 tra gruppi politici e associazioni. Al momento i promotori hanno già raccolto 500 firme a sostegno della petizione.

Tra i consiglieri della Loggia il giudizio sulle coppie di fatto si divide tra favorevoli e contrari. Come riporta il Corsera di Brescia, tra i favorevoli i consiglieri di “Brescia per passione”, Mafalda Gritti e Fabrizio Benzoni, Donatella Albini e Francesca Parmigiani di “Al Lavoro con Brescia”, ma anche Francesco Patitucci e Alessandro Cantoni della “Civica Del Bono” e la capogruppo dei “grillini” del M5S, Laura Gamba che aveva già portato la questione in Loggia con un emendamento alle linee programmatiche del sindaco Del Bono e la richiesta di inserimento del “riconoscimento delle famiglie anagrafiche basate su vincoli affettivi”. In quel caso il consiglio aveva bocciato a maggioranza l’emendamento, con alcuni consiglieri del Pd usciti dall’aula per non votare. Qualche giorno però, il responsabile dell’ufficio Diritti civili del Pd, Cotti Cottini, aveva scritto una lettera di apertura nei confronti delle coppie di fatto.

Tra i contrari, della prima e ultima ora, il consigliere Francesco Onofri di “Piattaforma Civica”, Ninì Ferrari, capogruppo della “Civica X Brescia”, così come i capigruppo di Forza Italia e Lega Nord, rispettivamente, Mattia Margaroli e Nicola Gallizioli.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome