Senza Web, l’onorevole Luigi Lacquaniti (Sel) in un tour nella provincia

0

Luigi Lacquaniti, Deputato eletto nelle fila di Sinistra Ecologia Libertà in un tour nella provincia incontrerà i cittadini bresciani per fare il punto sul suo operato e per raccogliere le istanze dei territorio. “Senza Web” vuole essere uno strumento, un percorso, che si pone l’obiettivo di avvicinare la politica ai cittadini e che si concretizza con una serie di incontri territoriali in compagnia del Deputato di Sinistra Ecologia Libertà l’On.Luigi Lacquaniti. Sono incontri questi – organizzati dal Coordinamento Provinciale di Sinistra Ecologia Libertà di Brescia in collaborazione con i singoli Circoli territoriali – in cui il Deputato bresciano presenterà in modo molto sintetico la sua attività parlamentare – e quella del gruppo SEL alla Camera – e poi con i presenti intratterrà un dialogo su temi nazionali e locali. "Un avvicinamento quindi agli iscritti, simpatizzanti e cittadini, senza rete e, appunto, Senza Web. – si legge nella nota dell’Onorevole – Nome questo voluto anche per fare il verso a coloro che credono di poter sostituire la politica fatta di uomini e di donne, di fatica, di dialogo, di scontro, di passione, di rapporti umani con quella virtuale di Internet. Per alcuni la rete è la soluzione. Per noi un utilizzo spropositato di essa è parte del problema. La politica che intendiamo sostenere è fatta di entusiasmo, passione e gentilezza anche nei rapporti umani. Non accettiamo l’azione politica di chi, da dietro un pc, si permette di offendere le Istituzioni repubblicane strumentalizzando lo smarrimento presente nel tessuto sociale".

I primi tre appuntamenti del ciclo di incontri si terranno:

Giovedì 20 marzo alle ore 20.45 presso il Circolo Arci in via Marcolini, 1 a Gambara

Venerdì 21 marzo alle ore 20.30 presso la sala della Musa biblioteca comunale Palazzo Brunati a Rivoltella del Garda

Venerdì 28 marzo alle ore 20.30 presso Bottega Alta via Perlasca, 28 a Rezzato

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. La politica fatta di uomimi e di donne: Lacquaniti doveva essere certo presente al Parlamentour di domenica scorsa a Brescia dei circa venti parlamentari del Movimento Cinque Stelle (cinque dei quali bresciani) che a settecento persone hanno spiegato cosa succede a Roma e soprattutto cosa non si sa di ciò che succede a Roma. In quanto all’offesa alle Istituzioni repubblicane, si preoccupi piuttosto della vicenda dell’ Ilva di Taranto e di come sia stata gestita da Nichi Vendola, leader di SEL, visto che nel logo c’è incidentalmente la parola "ecologia" che le Istituzioni, Regioni comprese, non dovrebbero offendere…

  2. ma piantala di dare lezioni a tutti pentaSTRILLONE! la striscia sulle mutande ce l’hai pure tu, re degli arroganti.

  3. NON sono di SEL, ma condivido quanto dice Lacquaniti. Se la nuova politica è quella del blog di Grillo e dei dilettanti allo sbaraglio che avete in parlamento (tra l’altro dotati della spocchia di scuderia che contraddistingue il leonardesco grillino di bsnews)…continua a seguire ciò che impone il tuo lìder maximo che io continuerò ad usare il mio cervello. Siete peggio del PD!!!

  4. NON sono di SEL, ma condivido quanto dice Lacquaniti. Se la nuova politica è quella del blog di Grillo e dei dilettanti allo sbaraglio che avete in parlamento (tra l’altro dotati della spocchia di scuderia che contraddistingue il leonardesco grillino di bsnews)…continua a seguire ciò che impone il tuo lìder maximo che io continuerò ad usare il mio cervello. Siete peggio del PD!!!

  5. Non esiste una politica che coincida con il blog di Grillo, ma una nuova politica fatta esattamente da persone oneste e libere che usano finalmente il cervello e comunicano e si informano liberamente sulla rete, che mettono in comune esperienze, conoscenze e professionalità senza mediazioni e interferenze. Poi ci son quelli che il cervello lo misero all’ammasso da tempo facendosi plagiare dai media dell’Italia, uno dei pochi paesi dove i giornalisti, a differenza di quelli americani definiti i cani da guardia della democrazia, sono i cani da riporto del potere o del potente di turno. Continuate serenamente a votare Berlusconi o Renzi, Alfano o Vendola voi che siete liberi e non avete un lìder maximo. Allegrìa.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome