Lancini, nessun timore di tornare agli arresti domiciliari

2

Non ha alcun timore di tornare ai domiciliari. Stiamo parlando del sindaco di Adro, Oscar Lancini. La Cassazione ha infatti accolto il ricorso del pm Silvia Bonardi contro l’annullamento dei domiciliari disposto dal Riesame. Il sindaco però, commentando l’ordinanza, ha dichiarato di essere tranquillo e di non aver neppure preso in considerazione il rischio di tornare ai domiciliari: "Aspetto con fiducia il processo che permetterà di dimostrare che le accuse sono assolutamente infondate".

Sabato e domenica Lancini, con l’assessore Giovanna Frusca, Leonardo Rossi e Alessandro Cadei, hanno preso parte, insieme ad altri2500 adrensi, alla manifestazione “Torbiatadro”, nel teatro Mucchetti, proprio nella struttura pubblica al centro di accuse sugli appalti.

Anche l’assessore Frusca ha commentato, sulle pagine del Bresciaoggi, il pronunciamento della Cassazione e, come Lancini, ha dichiarato di essere serena: “Ho la coscienza a posto per cui aspetto con fiducia la prima udienza del processo”. 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

2 Commenti

  1. il mucchetti ha mille posti. io antileghista c’ero, torbiatadro è una manifestazione di tutti, una specie di corrida, e c’erano poco meno di mille persone. tante, certo, per adro, ma non era una manifestazione di partito ma una festa popolare.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome