Oscar Lancini, prosciolto dall’accusa di peculato per le lettere “private” ai cittadini

0

Oscar Lancini, sindaco di Adro, è stato prosciolto dall’accusa di peculato mossagli dalla Cgil in seguito alla lettera che il primo cittadino franciacortino aveva inviato ai capi di famiglia del Comune per contrastare ciò che il sindacato aveva messo nero su bianco nel libricino distribuito ew che, secondo Lancini, “denigra nuovamente la mia persona, raccontando in modo settario i fatti e l’operato dell’amministrazione comunale che, eletta democraticamente, cerca di mantenere gli impegni presi in campagna elettorale”.

Il motivo? I Soli delle Alpi nella scuola (poi rimossi) e la mensa sospesa per gli studenti che non pagavano la retta (riammessi in mensa grazie alla donazione di un anonimo cittadino). Al termine dell’udienza preliminare il gup, Enrico Ceravone, ha prosciolto il primo cittadino di Adro “perchè il fatto non sussite”, proprio come l’avvocato di Lancini aveva sostenuto adducendo che un’amministrazione comunale può utilizzare i propri soldi per comunicazioni indirizzate alla collettività. Già archiviata, invece, la denuncia per diffamazione nei confronti del sindacato, primo stralcio della vicenda che ieri si è chiusa davanti al giudice per l’udienza preliminare.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ecco per cosa perdono tempo cgil e procura di brescia ….nel frattempo la provincia è in mano alle bande di rumeni e albanesi che ti entrano in casa di notte.

  2. Prima che partano le miriadi di commenti deliranti sulla magistratura, ci si ricordi per cortesia che cos’è l’obbligatorietà dell’azione penale sancita nientemeno che dalla Costituzione della Repubblica. Grazie.

  3. La Costituzione vigente non è stata MAI sottoposta ad un referendum confermativo popolare: i miei nonni si limitarono a votare per l’Assemblea Costituente.
    Probab ilmente già nel 1948 non sarebbe stata approvata non dico dal 100% degli aventi diritto al voto, ma nemmeno dal 60%……..chi lo sa……non hanno mai permesso il voto!
    E in pratica non è mai stata aggiornata, tranne per la porcheria che hanno inserito nel 2012: naturalmente mai sottoposta al voto popolare.

  4. stradivarius,non puo’ per gli islamici dire che cio che afferma la costituzione non e’ da sottoscrivere,e poi,dire che lo dice la costituzione,mi pare un pochino da pendolo,abbia pazienza

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome