Via il Consiglio d’Amministrazione, pieni poteri al nuovo amministratore Ezio Cerquaglia: lavorerà gratis

0

Un altro taglio ai costi delle partecipate, proseguendo nel solco tracciato dal programma elettorale che i cittadini bresciani hanno premiato alle urne. La convocazione dell’Assemblea di Brescia Trasporti convocata per l’approvazione del Bilancio consuntivo 2013 è stata occasione, ieri, per la cancellazione del Consiglio di Amministrazione, sostituito dalla nuova figura dell’Amministratore unico. A ricoprire il nuovo incarico è stato chiamato un pensionato, Ezio Cerquaglia, esperto più che altro nel settore bancario e delle consulenze aziendali, disponibile a ricoprire l’incarico senza percepire alcun compenso. Cerqaglia infatti ha responto l’offerta della Loggia di un’indennità annua da 20mila euro, accettando l’incarico per il solo spirito di servizio verso la sua città. Le spese per l’amministrazione della società passano dunque dagli 87mila euro per il compenso al vecchio Cda a zero. 

Grande soddisfazione è stata espressa dal sindaco, che sulle colonne di Bresciaoggi dice che non vuole fermarsi: «Prestiamo fede al nostro impegno di ridurre i costi impropri delle partecipate, in autunno c’è stata l’incorporazione di Sintesi spa in Brescia Mobilità e oggi abbiamo riorganizzato la governace di Brescia Trasporti. L’operazione continua, e si dimostra puntuale e precisa».

Ardue il compito che spetta al nuovo Amministratore unico, ingegnere elettronico classe 1947, in pensione da un anno, che presto dovrà occuparsi delle gare settennali perla gestione dei trasporti, e della stesura del nuovo piano di trasporto pubblico provinciale che dovrà entrare in funzione nell’anno scolastico 2015/2016.
(a.c.)

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome