Crisi, Brescia tra le città più colpite: giù consumi, su disoccupazione

0

Brescia tra più colpite dalla crisi: lo conferma l’indice elaborato da Il Sole 24 Ore che colloca la nostra città in quel 25% di quelle che hanno avuto pesanti conseguenze e 22esima nella classifica nazionale con un impatto negativo del 55,7. Brescia è negativa su diversi fronti. I depositi bancari registrano un +44,8%  e anche a livello di ammortizzatori sociali, disoccupazione e prestiti personali la situazione non migliora. La crisi del manifatturiero ha portato la disoccupazione dal 3,19% del 2007 all’8,39% del 2013; il mattone si è svalutato e  il prezzo medio di vendita al metro quadro per un appartamento nuovo di 100 mq in zona semicentrale è del 19,4%. In ambito consumi si registra un -51,6% di immatricolazioni di auto, mentre per quelli generali si registra un – 18,8%. Il Pil pro-capite quindi precipita: da 28.100 euro circa a meno di 25 mila. 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome