Video porno con minorenni abusati e torturati: l’indagine tocca anche Brescia

0

Filmati pornografici con minorenni, questo ha portato la polizia italiana, in collaborazione con quella tedesca, ad effettuare decine di perquisizioni in diverse città compresa Brescia (le altre sono Bologna, Cagliari, Catania, Como, Cuneo, Firenze, Ferrara, Livorno, Milano, Messina, Napoli, Novara, Pesaro, Pisa, Ragusa, Roma, Savona, Siena, Siracusa, Torino e Verona), indagare 34 persone e arrestare due persone, a Milano e Bologna, rispettivamente di anni 63 e 43.

L’accusa è detenzione e divulgazione di video pedo-pornografici mediante internet. Come riporta il Bresciaoggi l’indagine ha portato la Polizia Postale di Catania a scoprire che gli indagati scaricavano e diffondevano mediante internet video di pornografia minorile, con abusi sessuali in pregiudizio di bambini in età infantile, spesso di pochi anni, anche con torture alle vittime. Durante i controlli sono stati sequestrati computer, hard disk, pendrive e supporti ottici. 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome