Festival LeXGiornate 2014, lunedì sera arriva la Banda Osiris

0

Dopo il weekend, la programmazione de LeXGiornate comincia direttamente lunedì alle ore 20.45 l’Auditorium San Barnaba si prepara alle "Dolenti note" della scatenata Banda Osiris composta da Sandro Berti (mandolino, violino e trombone), Gianluigi Carlone (voce e sax), Roberto Carlone (trombone e pianoforte) e Giancarlo Macrì (percussioni, batteria e bassotuba).

Dopo essersi addentrata in modo irriverente nei meandri del complesso universo delle sette note, aver abbattuto i rigidi accademismi e le barriere dei generi musicali, intrecciando, tagliando e cucendo musica classica e leggera, jazz e rock, il furore dissacratore della Banda Osiris si concentra, in questo nuovo spettacolo, sul mestiere stesso di musicista. Prendendo spunto dall’omonimo libro, la Banda Osiris trasforma le pagine scritte in un viaggio musical-teatrale ai confini della realtà. Con l’abilità mimica, strumentale e canora che li contraddistingue, i quattro protagonisti si divertono con ironia a elargire provocatori consigli: dal perché è meglio evitare di diventare musicisti a come dissuadere i bambini ad avvicinarsi alla musica, da quali siano gli strumenti musicali da non suonare a come eliminare i musicisti più insopportabili. Attraverso musica composta e scomposta, musica da camera e da balcone, Beatles e Vasco Rossi, la Banda Osiris tratteggia il ritratto impietoso della figura del musicista: presuntuoso, permaloso, sfortunato, odiato, e, raramente, amato.

Alle ore 23 inizia "L’altro Notturnino": "NOVECENTO: IL SOGNO AMERICANO – METROPOLITAN: AMERICA FIGLIA DELL’EUROPA": agli attori Barbara Pizzetti, Daniele Squassina e il pianista Alessandro Costantini (diretti da Angelo Facchetti) il compito di raccontare la storia dei virtuosi europei dell’opera che conquistarono il pubblico del Metropolitan: Strauss, Mahler, Puccini, Toscanin

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome