San Zeno, il centro diventa blindato: polemica per la nuova Ztl

0

Il nuovo piano che regola la viabilità di San Zeno non è ancora entrato in vigore, ma è già oggetto di polemiche da parte dei cittadini e delle minoranze politiche. Le modifiche studiate dall’amministrazione comunale prevedono, in primis, la zona a traffico limitato per la via principale del comune.

I divieti saranno presumibilmente attivi dagli inizi di novembre: via Armando Diaz diventerà Ztl e il traffico dei non residenti sarà dirottato sulla nuova tangenziale. Saranno introdotti inoltre nuovi sensi unici e sensi unici alternati all’interno del paese. Obiettivo del Comune, così come spiega il sindaco Ernesto Abbiati dalle pagine del Giornale di Brescia, è quello di “ridurre il traffico giornaliero che utilizza la via principale di San Zeno per migliorare la qualità della vita degli abitanti”.

Sono già numerose le proteste da parte dei commercianti, preoccupati per diminuzione della clientela di passaggio a causa della limitazione della viabilità. La lista civica “San Zeno è di tutti” ha presentano un piano alternativo che propone una limitazione oraria della zona Ztl dalle 7 alle 9 per i non residenti e l’accorciamento dei tempi semaforici.

Il nuovo piano della viabilità verrà presentato dal Comune in un incontro pubblico entro fine ottobre. Nella fase iniziale comunque il provvedimento verrà applicato solo in forma sperimentale.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Io non ho votato per l’amministrazione ora in carica ma, onestamente, le ipotesi avanzate sulla viabilità non mi sembrano così fuori luogo. Sicuramente sarà difficile trovare alla prima sperimentazione la soluzione migliore, almeno per i primi tempi si andrà avanti per prove. E poi, parliamoci chiaro, quali commercianti si sono lamentati? I negozianti presenti lavorano su una clientela del paese e non hanno parcheggi quindi mi devono spiegare gli impatti dati da un minore passaggio.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome