Santa Giulia, dal tetto piove nel museo. Serve mezzo milione per ripararlo

0

Il tetto di Santa Giulia è da rifare. Quando piove, infatti, nella White Room si formano vere e proprie pozzanghere da asciugare con gli stracci. La struttura si trova sotto una tensostruttura costruita 15 anni fa, ma ora la copertura avrebbe bisogno di un ritocco.

Non che il monastero sia messo molto meglio in fatto di acqua. Come racconta il Corsera di Brescia, quando si verificano acquazzoni la scala in fondo al coro delle monache e i seminterrati con i reperti archeologici vengono inondati dalla pioggia. Del resto la situazione d’emergenza era già stata annunciata dall’ex presidente di , Fausto Lechi, che aveva dichiarato: “I tetti sono da rifare e ci vogliono 500mila euro”.

Intanto dalla Fondazione fanno sapere se ne discuterà a fine mese. Vanno sistemati i tetti e c’è da contattare la ditta che ha realizzato la tensostruttura per capire dove intervenire sulle parti deteriorate.

La per ora può metterci 200 mila euro, ma serviranno solo “per la prima tranche dei lavori: riguarderà una parte dei tetti, sono 20 mila metri quadri in tutto – ha dichiarato l’architetto Marco Ponzoni al Corsera -. L’anno prossimo, si penserà al resto. Ma è ancora presto per un preventivo. Intanto, sono stati coperti i buchi per evitare allagamenti.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome