Infortunio canyoning, 40enne salvato dal Cnsas

0

Intervento in forraa Tignale  ieri per i tecnici della V Delegazione Bresciana del Soccorso alpino. Intorno alle 13:30 è giunta la richiesta di intervento per un uomo di 40 anni, veneto, che si era infortunato a una caviglia mentre stava praticando canyoning con un gruppo di amici. È stato richiesto l’intervento dell’eliambulanza, che prima ha imbarcato alcuni tecnici specializzati nel soccorso in forra, già impegnati nella ricerca di una persona scomparsa a Castione della Presolana (BG), poi li ha trasportati sul luogo in cui si trovava l’infortunato, all’ingresso del torrente. I tecnici hanno recuperato l’uomo dall’alto, con due calate; con loro c’era anche un infermiere CNSAS abilitato appositamente per questo tipo di interventi. Stabilizzato e imbarellato il ferito, lo hanno caricato sull’eliambulanza per il trasporto in ospedale. Impegnati anche tre tecnici della Stazione di Valle Sabbia. Sul posto i vigili del fuoco e l’ambulanza di Tignale Soccorso. L’operazione si è conclusa intorno alle 15:30. 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome