Millenium batte Padova, dopo un tie-break da palpitazioni

0

Millenium corsara anche contro LeAli, a cui ruba la vittoria con un rocambolesco 17-19 al tie-break e incamera altri 2 punti. Sesta vittoria in sei gare ufficiali: una partenza da incorniciare per la formazione cittadina guidata da Nibbio e dal vice Mangili. Nelle prime due non semplici gare di campionato sono maturate due vittorie al quinto set che portano a 4 i punti in classifica per le bianco-nere.

Il PalaSpiller di Padova è un campo delicato, che vede protagoniste due atlete di grande esperienza come Dall’ora e Secco, coadiuvate da ragazze giovani ma arrembanti. Nibbio cala la formazione titolare: Baldi opposto, Zamora e De Stefani come bande, Dall’acqua e Raccagni centrali, Galtarossa al palleggio e Saltalamacchia libero. La partita comincia con un ritardo di 10 minuti a causa di una partita precedente finita tardi. Padova ci prova a partire forte e sorprendere le lombarde, ma Millenium colpisce con un servizio che manda in tilt le avversarie 7-16, complice una Zamora che tira bordate indifendibili. Il centrale Dall’ora guida le sue nella rimonta con fast e primi tempi che creano qualche grattacapo alla compagine bresciana. Millenium mantiene sangue freddo e gestisce il vantaggio fino al 20-25.

Inizio equilibrato del secondo set, che si mantiene punto a punto fino al 14-14, quando le venete fanno un break che le porta a +2 al secondo tempo tecnico. Bellini per Raccagni, Cima per Dall’acqua e Calzoni per Baldi sono le contromosse di Nibbio che riportano in pista (20-21) una Brescia tenace e grintosa. Tuttavia Millenium pecca a muro (1 punto in questo fondamentale nei primi due set) e si scompone in ricezione, regalando il set 25-21.

Nel terzo frangente partenza più decisa di Brescia che spinte 5-8, ma LeAli non molla e pareggia presto i conti. Gli arbitri si scoprono molto pignoli sui falli di invasione, spezzettando continuamente il gioco che ne risente. Raccagni in fast regala a Millenium la possibilità di toccare per prima quota 16 e sembra poter gestire il piccolo vantaggio, ma la ricezione del Millenium è nervosa e Padova impatta nuovamente a 21. Zamora e compagne vanno in tilt e si lasciano sorpassare 25-21.

Quarto set dal peso specifico enorme per le lombarde. Resta dentro Cima che si mette in evidenza con 3 bei muri per il 7-8 Millenium. Il set è un’altalena di emozioni: Padova allunga con Secco in grande forma, Millenium resiste all’assedio. Nibbio opta per inserire Bellini che rileva Baldi. De Stefani ha il braccio caldo (6 ace al servizio nel match) e Brescia vola 14-16 e ancora 14-18. Bellini è solida in difesa e Zamora fa mani-out, Padova è alle corde, non riesce più a replicare e le leonesse bresciane filano dritte al 17-25 che vale il tie-break.

La partenza del Millenium è fulminea e infatti si porta subito 4-0 con Raccagni in battuta, mantiene anche un ottimo 5-8 al cambio di campo. Le ospiti proseguono bene fino all’8-12, quando Padova rosicchia punti fino a costringere Brescia ai vantaggi. Ora la tensione è papabile su tutto il rettangolo di gioco. I vantaggi si trascinano ad oltranza, ma De Stefani non si tira indietro e trascina le sue alla sudatissima vittoria.

«Millenium dimostra grande carattere, e specialmente quando le cose si complicano le ragazze di Nibbio sanno gettare il cuore oltre l’ostacolo – commenta il General Manager Emanuele Catania – da migliorare sicuramente la gestione di alcuni momenti topici della gara, amministrando meglio il vantaggio, altrimenti si regalano alle avversarie break importanti e ci si trova nella condizione di dover inseguire».

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome