Metalleghe Sanitars spietata: a Scandicci è 3-0 contro Savino del Bene

0

La gara di Scandicci ha tradito le aspettative, ma va benissimo così. Si era pronti ad un match spinoso, dal ritmo serrato e sempre ad alta intensità, invece il duello tra Savino del Bene e Montichiari è stato quasi subito a senso unico: Metalleghe ha conquistato altri tre punti pesanti in trasferta e, dopo un avvio in equilibrio per la durata di un set, ha preso il largo, impedendo a Savino di rientrare in partita. Il 3-0 è arrivato in poco più di un’ora e Barbieri conferma: “Sono soddisfatto dell’impegno di questo mio gruppo, che è riuscito a crescere ancora, al termine di una settimana molto delicata. Stasera abbiamo fatto pochissimi errori in attacco – sette -, la correlazione muro-difesa e la fase di cambiopalla hanno funzionato molto bene; il muro era composto e ordinato e abbiamo sempre mantenuto alta la capacità di attenzione. Con queste condizioni siamo riusciti a non far giocare Scandicci. Questa vittoria è il coronamento ideale dell’impegno delle mie atlete”.

La squadra di casa scende in campo con Muresan opposta a Vincourova; Stufi e Garzaro al centro; Lipicer e Perinelli in banda e Ruzzini libero. Le ospiti biancorosse iniziano la gara con Tomsia e Dalia sulla diagonale principale; Gioli e Olivotto al centro; Brinker e Vindevoghel in banda e Ghilardi libero.

Si parte in equilibrio, i cambipalla si alternano, il gioco di Scandicci è centrato su Muresan, mentre Montichiari cerca l’assetto ottimale a muro e attacca bene con Olivotto e Gioli. Un paio di errori di Savino e Tomsia mette a terra la palla del 21-16, subendo però poi il recupero delle avversarie fino a 20. Dentro Vanzurova che annulla un primo set ball, ma Brinker chiude il secondo, lasciando la squadra di casa a 23.

Il secondo set parte bene, con Montichiari avanti 7-2, dopo il secondo ace della partita di Olivotto . Coach Bellano inserisce prima Vanzurova per Perinelli in banda e poi Menghi per Stufi al centro, ma la Savino non gira e non riesce a colmare il gap. Vindevoghel mura Muresan per il 19-9 ed è tutto facile per Dalia e compagne che chiudono 25-15, su errore al servizio di Scandicci.

Terzo parziale con Metalleghe che spinge fino al 8-3. Entra Astarita per Vanzurova; Muresan ritrova un po’ di efficacia in attacco, dopo un secondo set più opaco, e Savino rincorre, ma non trova continuità. Bellano rivoluziona la formazione in campo: cambia la regia con Scacchetti e rientra Stufi. Stessa musica, Montichiari non perde lucidità, non concede nulla in difesa e tira dritto alla meta. Chiude 25-17 e conquista altri tre punti importanti.

Rossella Olivotto, dieci punti per lei stasera, di cui due ace, conferma: “Era una settimana tosta, con due trasferte vicine tra loro, contro squadre impegnative. Sono contenta di come siamo riuscite ad approcciare il match e di avere centrato il punteggio pieno, uscendo dalla Toscana con tutta la posta in palio”.

Martedì 9 dicembre per Metalleghe ci sarà anche l’impegno con la Volley TIM Cup, che porterà Maren Brinker e Laura Saccomani all’oratorio di Calcinato (BS) per incontrare le giovani atlete CSI, in attesa del torneo provinciale che domenica 14 si svolgerà a Brescia per individuare le finaliste del torneo under 16 nazionale. L’evento è promosso da Lega Volley Femminile, TIM, CSI in collaborazione con Master Group Sport.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome